Da non perdere
pt-ptitfresen
Olio d'Oliva. Autore Smabs Sputzer. Licensed under the Creative Commons Attribution
Olio d'Oliva. Autore Smabs Sputzer

I benefici dell’olio extravergine d’oliva

L’ olio di oliva extravergine è  ciò che si ottiene dalla spremitura dei frutti dell’ Olea Europae, l’albero dell’olivo e  nasce attraverso un processo meccanico che prevede l’uso di macchine che hanno il compito di schiacciare le olive, ad una certa temperatura, -27° centigradi, da qui  deriva appunto la definizione ” spremitura a freddo”, evitando l’uso di qualsiasi prodotto chimico, ciò per ottenere un olio sano che come scopriremo più avanti offre dei benefici al nostro organismo, usufruendo di qualità organolettiche, quali il sapore, il colore e l’odore. In particolare il sapore dell’olio d’oliva extravergine varia a seconda del tipo di pianta coltivata, dal luogo, dal grado di maturazione dei frutti stessi e dal tipo di metodo utilizzato per la raccolta di questi.

I maggiori produttori di olio d’oliva extravergine  in Europa, ma anche nel mondo, sono la Spagna, seguita dall’Italia ( centro-sud), Grecia e Portogallo, in quanto la coltivazione dell’albero di olivo, predilige zone collinose e di pianura, sfruttando il clima mite che queste nazioni possiedono.

L’olio di oliva extravergine viene usato principalmente a scopo alimentare per insaporire le pietanze, ha il pregio di essere considerato l’ingrediente principe della dieta mediterranea, oltre ad essere  impiegato nell’industria del sapone e della bellezza.

A differenza dei grassi animali, quali il burro, il formaggio, il latte intero, carni grasse e uova il cui consumo è legato molto allo sviluppo di patologie cardiovascolari come l’infarto, producendo un aumento del colesterolo nel sangue, l’olio extravergine d’oliva ha il pregio di svolgere un azione protettiva interessando tutto l’organismo favorendo l’equilibrio del  colesterolo cattivo( LDL) e di quello buono(HDL).

COSA CONTIENE L’OLIO D’OLIVA EXTRAVERGINE

Olive. Autore Zyance. Licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike

Olive. Autore Zyance

L’olio d’oliva extravergine, chiamato anche “l’ oro liquido ” per i suoi principi benefici, è composto principalmente da un’alta concentrazione di sostanze antiossidanti quali, acidi grassi monoinsaturi, acido grasso linoleico, polifenoli, Beta-carotene, acido oleico,  da una preziosa molecola  olecantale , oltre a contenere percentuali molto alte di Vitamina A, Vitamina D, Vitamina E e di minerali come il ferro, calcio, magnesio e potassio. Per mantenere  intatte nel tempo tutte queste sostanze è necessario avere cura della conservazione dell’olio stesso, in quanto deve essere posto in un luogo fresco e al riparo dalla luce, in queste condizioni possiede il pregio di conservarsi per almeno 2 anni.

I BENEFICI DEI POLIFENOLI NELL’OLIO D’OLIVA EXTRAVERGINE

L’olio d’oliva extravergine rispetto ad altri tipo di olio, vedi quello raffinato oppure l’olivo d’oliva comune, è ricco da polifenoli, molecole antiossidanti che hanno il compito di contrastare ed eliminare i radicali liberi che attaccano le cellule e  aumentare le nostre difese immunitarie. Addirittura studi recenti hanno dimostrato quanto l’assunzione di olio extravergine d’oliva assunto nella dieta alimentare e quindi dei suoi antiossidanti,  possa ridurre del 30% il tumore al seno ed avere un’azione protettiva nei riguardi anche di altre importanti patologie, come il  cancro del colon, il cancro gastrico e il cancro delle ovaie. L’assunzione di polifenoli produce, inoltre, l’abbassamento del livello di colesterolo cattivo (LDL) nel sangue, rendendolo più fluido prevenendo così ostruzioni dell’arterie che provocano malattie cardiache come l’infarto. Studi recenti italiani hanno dimostrato che i polifenoli sono in grado, oltre a ritardare il processo di invecchiamento delle cellule, come tutte le molecole antiossidanti,  di sollecitare le cellule del cervello, migliorando la memoria e l’apprendimento.

I BENEFICI DELLA MOLECOLA OLECANTALE NELL’OLIO D’OLIVA EXTRAVERGINE

E’ recente la scoperta di questa preziosa molecola, l’olecantale, che avvertiamo quando assaggiamo l’olio extravergine, in particolare quello nuovo, appena prodotto ed è data da  quella sensazione di pizzichio che avvertiamo alla gola. Questa sostanza ha la capacità di svolgere la stessa  funzione antidolorifica e antinfiammatoria dell’ ibuprofene. principio attivo contenuta nei  farmaci non steroidi ,  le tradizionali medicine che assumiamo in caso di febbre e di dolori di varia natura  oltre che a quella di prevenire i tumori.

QUALI SONO I BENEFICI DELL’OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA

Io non ci volevo credere, anzi pensavo che l’olio extravergine d’oliva avesse solo la pecca di far aumentare di peso, invece mi sono ricreduta e attraverso degli approfondimenti personali, ho potuto scoprire invece quanti pregi e benefici offre a tutto l’organismo. Per godere di tutte le virtù che possiede bisogna consumarlo a crudo avendo l’accortezza di scegliere la qualità migliore che esista nel mercato.

– Non fa ingrassare se consumato con moderazione, infatti rimane sempre un alimento molto calorico, 1 grammo di olio extravergine di oliva corrisponde a  9,5 calorie e  per mantenerci in forma non va superata la dose di 3 cucchiai al giorno, compreso anche quello contenuti nei sughi ( Ogni cucchiaio corrisponde a 90 calorie ). La dieta mediterranea dà molta importanza all’uso dell’olio extravergine d’oliva, infatti viene considerato l’alimento principe , irrinunciabile in quanto porta anche a sentire meno i morsi della fame, a sentirci più sazi tra un pasto e un altro, grazie alla presenza  dell’acido oleico.

 – Contiene un’alta percentuale di antiossidanti che combattono l’azione dei radicali liberi, mirata ad ammalare e distruggere le cellule, predisponendo il nostro organismo a malattie importanti come il cancro. Gli antiossidanti hanno il ruolo di eliminare queste molecole distruttive che si riproducono  in continuazione a causa di fattori come lo smog,  fumo, raggi ultravioletti e un aumento di sforzo fisico, alle radiazioni etc. e il potere di ritardare l ‘invecchiamento delle cellule.

– Rende  più fertile l’apparato riproduttivo femminile, grazie alla presenza della Vitamina E, favorendo la gravidanza.

– E’ un ottimo lassativo, in caso di stitichezza assumere a digiuno 1 cucchiaio da solo o con acqua oppure usando il metodo dell’enteroclisma, migliora il transito intestinale.

– Contrasta l’invecchiamento delle ossa.

E’ considerato un antinfiammatorio naturale,  in quanto contiene un analgesico naturale che agisce come l’ibuprofene contenuto nei farmaci da banco, utile per curare le infiammazioni e dolori  di varia natura.

– Se assunto in giuste dosi, porta ad un abbassamento del colesterolo cattivo ( LDL ) favorendo la stabilità del colesterolo buono ( HDL), grazie alla presenza dei grassi monoinsaturi contenente nell’olio extravergine d’oliva.

Protegge  dalla patologia dell’ arteriosclerosi, patologia importante che provoca un indurimento delle arterie che hanno il compito di trasportare il sangue pieno di ossigeno dal cuore al resto del corpo, ed un appesantimento di queste può portare a problemi cardiovascolari e celebrali.

– Protegge il cuore e le arterie.

– Protegge dall’ipertensione, dal diabete.

– Abbassa la pressione alta.

– Un alleato indiscutibile per gli anziani, in quanto la presenza di antiossidanti non solo prolunga la vita alle cellule, contrastando l’invecchiamento, ma migliora enormemente la memoria  e contrasta la depressione.

– Dona sollievo a chi soffre di  dolori reumatici, in particolare di Artrite Reumatoide, effettuando dei massaggi con  l’olio extravergine d’oliva sulle parti doloranti.

–  Usato in caso di bronchiti e di dolori addominali il massaggio con l’olio extravergine si rivela un vero portento.

– Sfiamma le gengive infiammate, massaggiandole con l’olio.

– Negli anziani riduce anche il rischio di malattie degenerative come l ‘Alzheimer, grazie alla presenza di grassi monoinsaturi e alla molecola naturale ” Olecantale”  che svolge non solo una funzione antinfiammatoria, donando sollievo a chi soffre di artrite, ma produce proteine che sono in grado di attaccare la proteina Beta- Amiloide responsabile della produzione di placche nel cervello che danno vita alla patologia dell’Alzheimer.

– Previene la formazione di calcoli biliari.

– Stimola la digeribilità degli alimenti.

– Protegge dal rischio di ulcere gastriche e duodenali.

–  Favorisce l’assorbimento nell’intestino di calcio, favorendo l’accrescimento delle ossa.

– Previene il tumore al seno e alla prostata.

 – Rallenta la crescita del tumore potenziando le difese immunitarie di 400 volte.

–  Lo si può usare per friggere, in quanto possiede un punto fumo alto, cioè può sopportare temperature alte non più di 180°, dopo di ché l’olio inizia a trasformarsi, a deteriorarsi ed a rilasciare tossine cancerogene.

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner
Close
Seguici su Facebook
Resta aggiornato con Famiglia e Salute
eXTReMe Tracker