Da non perdere
pt-ptitfresen
Cosa occorre per il Chiaccherino. Autore e Copyright Laura Ramerini
Cosa occorre per il Chiaccherino. Autore e Copyright Laura Ramerini

Cosa occorre per lavorare il chiacchierino ad ago

Dopo aver parlato brevemente sulla pagina precedente delle origini del chiacchierino e del suo valore storico, ci accostiamo adesso sempre più da vicino verso questa lavorazione dando delle indicazioni su quello che occorre per lavorare il chiacchierino. Se non avete pazienza e testardaggine, questa lavorazione non fa per voi! “Volli, fortissimamente volli!” deve essere il vostro motto, perché sicuramente saranno molte le difficoltà che vi troverete davanti ma non vi scoraggiate, a forza di sbagliare si impara!!!!!!  Non potete immaginare quanto filo ho dovuto usare io prima di arrivare a qualche risultato! Ma basta chiacchierare e vediamo adesso cosa ci occorre per iniziare a lavorare.

COSA OCCORRE PER LAVORARE IL CHIACCHIERINO AD AGO

Cosa occorre per lavorare il chiacchierino ad ago?

  • L’ago che deve essere lungo e senza punta, si trova nelle mercerie più attrezzate oppure su siti online. Volendo uno potrebbe usare anche gli aghi per cucire le bambole o per infilare perline, l’importante che siano senza punta. Esistono di diverse numerazioni, solitamente si trovano in pacchetti da sei elementi e costituiti dai numeri 8 – 7  – 6 – 5  – 4  – 3 – 2 – 1.

Il numero dell’ago più alto ( 8 ) corrisponde anche a quello più sottile, cioè va a significare che avremo bisogno di un filato piuttosto fine capace di entrare all’interno della cruna dell’ago e al contrario quello con il numero più basso ( ) sarà quello più grosso e quindi adatto per le lavorazioni  più grandi e grossolane.

  • Il filato che deve essere ritorto, robusto, il più usato è il cotone da uncinetto, segue il cordonetto, addirittura anche la lana.
  • Un uncinetto sottile ( 1,25 ) da usare durante la lavorazione per aggiungere perline quando fosse previsto dallo schema e per agganciarsi ai picot durante il lavoro.
  • Un paio di forbicine per tagliare i fili a conclusione del lavoro.
  • Un cartoncino che  ci servirà per fare i picot della stessa dimensione durante la lavorazione. Taglieremo il cartoncino della dimensione desiderata e poi lo andremo ad applicare sotto il filo dell’ago al momento che andremo a fare il picot.
  • Perline se richiesto dallo schema, dalle dimensioni adatte e soprattutto dal foro capace di fare entrare sia l’ago che l’uncinetto.

 

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner
Close
Seguici su Facebook
Resta aggiornato con Famiglia e Salute