Da non perdere
pt-ptitfresen
Spaghetti all'Amatriciana. Autore e Copyright Laura Ramerini
Spaghetti all'Amatriciana. Autore e Copyright Laura Ramerini

Ricetta degli spaghetti all’Amatriciana

La ricetta degli spaghetti all’amatriciana, nascono come primo piatto nel piccolo paese di Amatrice che conta poco meno di 3.000 abitanti, situato in provincia di Rieti, Lazio, al confine con l’Abruzzo. Con il passare del tempo è stata apprezzata anche dal popolo romano che gli ha attribuito un altro nome alla ricetta, rendendo protagonista non lo spaghetto ma il bucatino.

Ad inventare la ricetta  si dice che siano stati i pastori che la preparavano durante gli spostamenti  dei lori greggi, facendolo diventare un piatto sostanzioso, infatti si dice che non mancassero mai nei loro zaini,  la pasta, il guanciale, il pecorino, il pepe e  lo strutto.

La ricetta originale non contempla la presenza del pomodoro, dato che era all’origine un piatto bianco, solo più tardi si visto aggiungersi questo nuovo ingrediente che certamente rende ancora più buona la pietanza.

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 grammi di spaghetti grossi n° 5
  • 400 grammi di pomodori pelati meglio se S. Marzano
  • 150 grammi di guanciale tagliato a fette non troppo fini
  • 1 gr. di peperoncino fresco
  • 70 gr. di pecorino
  • sale
  • pepe
  • 1 cucchiaio di strutto o 2 cucchiaio di olio extravergine d’oliva

Preparazione:

  • Prendete il guanciale, eliminate la parte dura, la cotenna e tagliatelo a strisce della stessa dimensione, tagliate anche il peperoncino finemente con un coltello,  infine pulite i pomodori, sbollentandoli prima, eliminando la buccia e i semi al suo interno, scolandoli dalla loro acqua e tagliandoli a  pezzi.
  • Mettete su fuoco dolce, una padella con lo strutto o l’olio d’oliva, dopo che si sarà sciolto, aggiungete il guanciale e fatelo rosolare, fino a quando la parte grassa non risulterà trasparente, aggiungete adesso il peperoncino, mescolate tutto con cura.
  • Una volta cotto il guanciale, levatelo e mettetelo a riposare su di un piatto  coperto, in maniera da rimanere morbido, sennò diventerebbe duro e troppo croccante.
  • Adesso, aggiungete i pomodori a pezzi, insaporite con poco sale, cuocete a fuoco basso fino a quando non risulteranno cotti e di una consistenza omogenea.
  • Intanto, portate a bollore l’acqua, versate gli spaghetti e poi una volta cotti, buttateli all’interno della padella, aggiungendo il guanciale, il pecorino e un pizzico di pepe macinato al momento, saltate per un minuto e servite.

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner
Close
GDPR
Le leggi dell'UE richiedono che chiediamo il tuo consenso all'uso dei cookies. Utilizziamo i cookie per garantire che il nostro sito funzioni correttamente. Alcuni nostri partner pubblicitari raccolgono anche dati e utilizzano i cookie per pubblicare annunci personalizzati.




Sottoscrivete il nostro canale YOUTUBE:
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Famiglia e Salute