Da non perdere
pt-ptitfresen

Ricetta della Faraona ripiena al forno

La faraona  era apprezzata già all’epoca dei Romani che usavano consumarla in occasioni speciali  sapendo sfruttare questo tipo di carne che non tutti sanno ma è più saporita rispetto per esempio al pollo classico, ma vediamo come questa selvaggina può diventare un ottimo piatto dal gusto delicato e raffinato.

Ingredienti per  4 persone:

  • 1 faraona da far pulire dal vostro macellaio conservando il fegatino
  • la  mollica di due panini
  • 1 cipolla
  • 8 fette di pancetta
  • 20 gr. di parmigiano grattugiato
  • 50 gr. di burro
  • olio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiaini di timo
  • noce moscata, sale e pepe q.b.
  • brodo di carne q.b. ( 1 dado di carne )
  • 1/2 bicchiere di sherri secco
  • aceto bianco circa 2 cucchiai
  • 200 gr. di uva bianca
  • spago da cucina

Preparazione:

  • Si prende la faraona che come abbiamo detto deve essere pulita precedentemente  dal macellaio,va passata sotto l’acqua, sulla fiamma per eliminare l’eventuale peluria e asciugatela bene.
  • Si fanno rosolare in una casseruola, la cipolla tritata e il fegatino anch’esso tritato finemente insieme a 1 cucchiaio di burro e 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva per circa 3 minuti, poi si spegne il fuoco, si aggiunge la mollica di pane spezzettato, il formaggio grattugiato, sale, pepe e noce moscata e 1 cucchiaio di timo.
  • Prendiamo la faraona e iniziamo a insaporirla internamente con sale e pepe e poi riempiamo il suo interno con il preparato di mollica, cipolla etc.  Si chiude l’apertura della faraona servendoci di stecchini o cucendo ago e spago. Poi prendiamo le fette di pancetta e le poggiamo sopra alla faraona fissandole con dello spago e facciamo rosolare per pochi minuti in una padella con un po’ d’olio extravergine d’oliva.
  • Intanto, si accende il forno a 180° e si prepara il succo d’uva  con metà dell’uva stessa, aiutandoci con uno schiacciapatate se lo abbiamo in casa, stando attenti a non schiacciare i semini, sennò il gusto del succo diventerà amaro, mettendolo da una parte, l’altra metà la sbucceremo solamente.
  • Si prende una teglia, si aggiunge un po’ d’olio extravergine, un po’ di sale e 1 cucchiaino di timo, 5 cucchiai di brodo, 1/2 bicchiere di sherry secco, sistemarvi sopra la faraona e cuocetela per 1 ora.
  • Cotta la faraona la leviamo dal forno e la copriamo con la pellicola d’alluminio, si prende poi una padella e vi aggiungeremo il succo d’uva  e 2 cucchiai di aceto bianco e cuoceremo a fuoco basso in maniera da ritirare il sughino.
  • Si prende una bella casseruola, si aggiunge il burro restante, il sugo d’uva e l’uva sbucciata e infine la faraona e si fa rosolare nel sugo per pochissimi minuti. Si procede con il tagliare la faraona affette irrorando la superficie con il sugo.

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner