Da non perdere
pt-ptitfresen
Stinco di maiale al forno
Stinco di maiale al forno

Ricetta dello stinco di maiale al forno

La ricetta dello stinco di maiale che vi propongo oggi è facile da preparare, economico ma soprattutto buonissimo! E’ inutile, ribardilo, ormai lo avrete già capito che quando parliamo di carne e vogliamo ottenere ottimi risultati per quanto  il sapore, non possiamo esimerci dall’acquisto presso il nostro macellaio di fiducia che saprà consigliarci al meglio sui tagli della carne più adatti per questa ricetta e sui tempi di cottura che dovremo seguire.

La cottura dello stinco,  avviene in un primo momento in padella con la quale la carne viene sigillata all’esterno con una dolce doratura,  poi si  passa alla  seconda fase con la cottura lunga in forno ( circa 1 ora, a seconda del peso della carne stessa.)

Ingredienti per 4 persone:

  •  2 stinco di maiale
  • farina 00 q.b.
  • 1 sedano e mezzo
  • 1 cipolla e mezza
  • 1 carota
  • brodo vegetale ( carota, cipolla, aglio, zucchina, patata, sedano, prezzemolo, pomodorino)
  • 1 limone non trattao
  • qualche acciuga sottolio o sottosale
  • sale
  • pepe
  • olio extra vergine di oliva
  • qualche fetta di polenta

Procedimento:

 1. Intanto, preparate  per tempo, del buon brodo vegetale, mettendo a cuocere in una pentola con dell’acqua salata, 2 coste di sedano, 2 carote, 1 pomodorino, 1 zucchina, una patata, aglio e prezzemolo per 1 ora o se avete la pentola a pressione calcolate dal sibilo 30 minuti di cottura.

2. Prendete una casseruola, adatta anche per essere messa in forno, aggiungete 4 cucchiaio di olio extra vergine di oliva e mettete sul fuoco dolce, insieme allo stinco di maiale completamente infarinato, facendo rosolare sempre a fuoco moderato.

3. Tritate gli odori, quindi il sedano, carota, cipolla, piuttosto grossolamente e aggiungeteli alla carne, facendoli dorare per 2-3 minuti.  Per quanto riguarda la quantità degli odori da utilizzare per la carne, solitamente la regola dice che il peso delle verdure deve corrispondere al peso della carne, detto questo continuiamo la cottura per circa 10 minuti a pentola scoperta, aggiungendo un bel ramaiolo di brodo vegetale.

4. Intanto, portiamo  inizialmente la temperatura del nostro forno a 160° per i primi trenta minuti della cottura dello stinco, per poi aumentarla a 180°, questo permetterà alla carne di non asciugarsi troppo e di avere una cottura uniforme.

5.  Una volta conclusa la cottura, leviamo dal forno lo stinco e mettiamolo nuovamente a rosolare per qualche minuto sul fornello, aggiungendo una bella grattata di limone grattugiato e le acciughe sotto sale o sottolio a pezzetti, mescolate velocemente, levate lo stinco ed adagiatelo su un piatto di portata insieme a fette di polenta fredde, insaporite con il sugo di carne caldo. Servite ben caldo!

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner