Da non perdere
pt-ptitfresen

Ricette del Baccalà: Baccalà al forno, Baccalà alla triestina, Baccalà alla vicentina,

Le ricette che seguono hanno come protagonista il baccalà o meglio  conosciuto con il nome di merluzzo, carne bianca tenera, magra. Questo alimento fa parte della categoria di pesci a basso contenuto di grassi, adatto per chi segue diete ipocaloriche, non invece per chi soffre di pressione alta, per la presenza dell’alto contenuto di sodio.

Infatti, il merluzzo per essere consumato ha necessità di essere messo in ammollo in acqua, cambiandola più volte al giorno, per facilitare l’eliminazione del sale in eccesso.

Sono molti i motivi per cui è necessario consumare il merluzzo o baccalà, in primo luogo perché contiene l’Omega 3, sostanze che aiutano a combattere il colesterolo cattivo e aumentare quello buono, è ricco di Vitamine del gruppo B,  ( B12, B6 ),  oltre ad essere presente una buona fonte di minerali come lo iodio, fosforo, ferro, calcio.

Studi recenti hanno valutato che il consumo del merluzzo, abbia la capacità di ridurre la nascita di patologie femminili, come l’osteoporosi, ictus e malattie cardiache, come l’infarto.

RICETTA DEL BACCALÀ AL FORNO

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 grammi di baccalà
  • 300 grammi di cipolle
  • 600 grammi di patate
  • origano
  • alloro
  • olio d’oliva
  • sale
  • pepe

Preparazione: Lavate bene il baccalà, preferibilmente comprate quello già ammollato, vi ricordo di cambiare più volte l’acqua durante il giorno, se intedete cucinarlo la sera, questo  per eliminare il sapore salato del pesce

Intanto cuocete le patate lessandole non troppo nell’acqua, per 10 minuti, non si devono sfare, ma rimanere abbastanza durettine.

Prendete una teglia, mettere un po’ d’olio extravergine di oliva, mettete uno strato di patate tagliate a fettine, insaporite con poco sale, pepe ed altro olio, unite il baccalà tagliato a pezzetti, le cipolle tagliate a fettine, l’origano, l’alloro, il pepe ed ancora l’olio.

Concludete facendo un altro strato di patate, salate e  concludete aggiungendo altro olio.

Portate il forno ad una temperatura di  180°  e infornate per circa 20 minuti, servite caldo.

RICETTA DEL BACCALÀ ALLA TRIESTINA

Il Baccalà alla Triestina è uno dei piatti più caratteristici della cucina della Venezia Giulia.

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 grammi di baccalà bagnato
  • 400 grammi di patate
  • 3 acciughe sotto sale
  • prezzemolo
  • olio extravergine d’oliva

Preparazione: Preparate il baccalà raschiando la pelle e tagliandolo a pezzi, tritate il prezzemolo, tritate le acciughe senza lische, sbucciate le patate e tagliatele a fette.

Prendete una pirofila da forno, ungetela e ponetevi a strati le fettine di patate e il baccalà, avendo cura di cospargere su ogni strato il prezzemolo e l’acciuga tritati e un pò d’olio. Finite con uno strato di patate. Mettete in forno a 170°C e cuocete per 30 minuti.

RICETTA DEL BACCALA’ ALLA VICENTINA

Il Baccalà alla Vicentina è un piatto tipico della cucina vicentina a base di stoccafisso (merluzzo essiccato), deve essere messo a bagno per un paio di giorni, in acqua corrente, perché si ammorbidisca.

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 grammi di filetto di baccalà bagnato
  • 3 acciughe sotto sale
  • 200 grammi di cipolle bianche
  • 4 dl di latte
  • 2 spicchi d’aglio
  • 50 grammi di grana grattugiato
  • prezzemolo
  • farina
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe

Preparazione: In una padella soffriggete con l’olio d’oliva le cipolle affettate a fuoco basso, aggiungete le acciughe senza lische, l’aglio e il prezzemolo tritati.

Preparate il baccalà raschiando la pelle e tagliandolo a tranci di 4 cm., salate appena e pepate, sul lato della polpa cospargete il baccalà con la farina e con il grana.

Mettete il baccalà in un recipiente di terracotta e irroratelo con le cipolle e il loro sugo di cottura, versate il latte, coprite il recipiente con un foglio di alluminio e mettetelo nel forno già caldo a 170°C per 50 minuti. Ogni tanto scuotete il recipiente, per evitare che il pesce si attacchi. Passati i 50 minuti togliete il foglio d’alluminio e cuocete per altri 20 minuti, fino a che il latte si sarà consumato e avrete ottenuto una salsa densa.

Il baccalà solitamente viene accompagnato con la polenta.

 

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner