La Rocca di Sassocorvaro. Credit Marche Turismo, Le Marche di Urbino
La Rocca di Sassocorvaro. Credit Marche Turismo, Le Marche di Urbino

Sassocorvaro: la città dell’amore per l’arte

Sassocorvaro è una cittadina della provincia di Pesaro e Urbino, nelle Marche. Situata a soli 12 km da Urbino, conta quasi cinquemila abitanti.

Il borgo antico è adagiato sopra un colle, a 326 mt. s.l.m, sotto al quale scorre il Fiume Foglia. Dal paese si possono godere splendide vedute sul lago artificiale di Mercatale.

IL LAGO MERCATALE

Il lago Mercatale è un luogo ben curato che si trova all’interno di una parco verde dove sono presenti piacevoli ristori ed è possibile svolgere in tutta tranquillità sport come la pesca e il canottaggio, oltre a piacevoli e rilassanti passeggiate.

Inoltre, è presente un’area dedicata alle famiglie con bambini, con giochi e la possibilità di fare pic-nic. Una parte del lago è anche adibita a balneazione con tanto di struttura ricettiva e bagnino.

Salendo sul colle arriviamo alla parte più antica del paese circondato da mura, ancora oggi sono visibili le tre porte di accesso originali ed un torrione di vedetta.

LA ROCCA UBALDINESCA

Ma la bellezza del borgo di Sassocorvaro è dovuta soprattutto alla presenza della Rocca Ubaldinesca risalente al 1475. Questa rocca, a forma di tartaruga, fu costruita in stile rinascimentale dal duca Federico di Montefeltro su progetto del senese Francesco di Giorgio Martini, architetto, scultore e pittore.

Lo scopo per la quale fu costruita questa roccaforte era principalmente difensivo. Dopo la sua costruzione, i Malatesta tentarono più volte di conquistarla, ma senza successo.

La Rocca Ubaldinesca prende il nome dal duca Ubaldini, fratellastro di Federico da Montefeltro alla quale appartenne per un certo periodo prima di passare alla famiglia genovese dei Doria.

Sassocorvaro. Credit Marche Turismo, Le Marche di Urbino
Sassocorvaro. Credit Marche Turismo, Le Marche di Urbino

Sassocorvaro, oggi, è definita la città dell’amore artistico soprattutto per la cura e l’attenzione per l’arte. Infatti, durante la fine della seconda guerra mondiale, il professore Pasquale Rotondi, allora Sopraintendente dei Beni Culturali ad Urbino, riuscì a nascondere all’interno della rocca, alcune delle più importanti opere d’arte provenienti da diverse città italiane evitando così il loro saccheggio da parte dell’esercito nazista.

Oggi, alla luce degli eventi che ha vissuto Sassocorvaro, la Rocca Ubaldinesca è diventata un importante museo dove sono stati riprodotti a misura naturale le opere d’arte che vi furono nascoste.

Inoltre, è possibile ammirare all’interno una ricca pinacoteca con opere e dipinti che vanno dal XV al XIX secolo. Qui si può ammirare la Pala dell’ Evangelista di Piandimeleto (1458 – 1549) ed un Ecce homo della scuola di Guido Reni (1575 – 1642).

In una delle stanze più grandi della rocca è possibile visitare il teatro, aperto al pubblico dal 1860, suggestivo e ricco di affreschi eseguiti dall’artista Enrico Mancini.

SAN VALENTINO

Nell’Oratorio della Santissima Trinità sono conservati i resti (il cranio e qualche ossa) del santo martire romano San Valentino, che tutti conosciamo come patrono degli innamorati. In occasione della festa degli innamorati , il 14 febbraio, nel borgo di Sassocorvaro si svolge una grande festa.

Il paese è diventato una meta romantica per le coppie innamorate che in questa occasione possono ricevere “la benedizione degli innamorati”. Infatti, in questa occasione le coppie possono cenare al lume di candela, assistere a spettacoli teatrali e manifestazioni enogastronomiche e fare passeggiate romantiche nei piccoli vicoli del borgo. Un altro luogo dll’amore nelle Marche è Gradara.

ALBERGHI, AGRITURISMI, B&B E HOTEL

Booking.com

Laura Ramerini

Avatar
Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.