Da non perdere
pt-ptitfresen
Ostia Antica, Roma, Lazio. Autore e Copyright Marco Ramerini
Ostia Antica, Roma, Lazio. Autore e Copyright Marco Ramerini

Lazio cosa vedere: le attrazioni turistiche

Questo post è disponibile anche in: Francese Inglese Portoghese, Portogallo

Lazio

Lazio

Il Lazio è la regione dove si trova la città di Roma, la capitale dell’Italia e l’antica capitale di uno dei più vasti e potenti imperi della storia.

Il Lazio, che verso ovest è bagnato dalle acque del mar Tirreno, confina a nord con la Toscana e l’Umbria, a nord-est con le Marche, a est con l’Abruzzo ed il Molise, e a sud con la Campania. Lo stato della Città del Vaticano, è una piccola enclave all’interno della città di Roma.

La regione è in gran parte formata da pianure e da colline, il suo territorio è attraversato dal fiume Tevere, il fiume di Roma, mentre a sud della sua foce si trova la vasta pianura bonificata dell’Agro Pontino.

Ad oriente dell’Agro Pontino si trovano i Monti Lerini, mentre all’estremo sud della regione sono i Monti Aurunci, oltre queste montagne è la valle del fiume Liri. Ancora più ad oriente verso il confine con l’Abruzzo si trovano le montagne dell’Appennino, con i Monti Ernici, i Monti Simbruini, e i Monti Càntari. Tutti massicci montuosi con montagne che superano i 2000 metri d’altezza, la montagna più alta è il Monte Viglio (2156 metri). Più a sud, al confine con Abruzzo e Molise, s’innalzano i Monti della Meta (Monte la Meta (2242 metri), Monte Petroso (2249 metri) ma situato oltre il confine abruzzese).

Nella sua parte centrale il Lazio s’incunea tra Umbria e Abruzzo fino a confinare con le Marche. In quest’area di Appennino si trovano i Monti Reatini con il maestoso Monte Terminillo (2217 metri) e più ad oriente al confine con l’Abruzzo e le Marche sono i Monti della Laga, dove è il Monte Gorzano (2458 metri), che è la montagna più alta del Lazio.

La basilica di San Pietro, Roma, Lazio. Autore e Copyright Marco Ramerini

La basilica di San Pietro, Roma, Lazio. Autore e Copyright Marco Ramerini

A nord di Roma si trovano alcuni antichi rilievi vulcanici come i Monti della Tolfa, i Monti Sabatini, i Monti Cimini, i Monti Volsini. Le caldere di alcuni di questi vulcani si sono riempite di acqua andando a formare diversi laghi come il lago di Bolsena, il lago di Bracciano e il lago di Vico.

La costa laziale è in gran parte bassa e sabbiosa, solo all’estremo sud, in corrispondenza del piccolo promontorio del Circeo e di quello di Gaeta la costa si fa alta. Al largo della costa meridionale si trova l’arcipelago delle isole Pontine che comprende le isole di Ponza, Palmarola, Zannone, Gavi, Ventotene e Santo Stefano.

Lazio cosa vedere: le attrazioni turistiche

Il Lazio è la regione italiana dove si trova la città di Roma, culla della civiltà antica e capitale di un immenso e organizzato impero, che si estendeva dall’Inghilterra alla Mesopotamia, dalla Crimea al Marocco. Il Lazio è una terra ricca d’arte, cultura e bellezze naturali.

Le bellezze del Lazio non si limitano però soltanto alle bellezze della città di Roma, ma sono rappresentate anche da altre stupende città e borghi storici come Viterbo, Sutri, Tuscania, Alatri, Ferentino, Civita Castellana e dai borghi dei cosiddetti Castelli Romani, come Frascati, Ariccia, Castel Gandolfo, Rocca Priora, Albano Laziale e Velletri.

Dai numerosi e notevoli resti Etruschi (Cerveteri, Tarquinia, Vulci, Norchia, Blera, ecc.) e Romani (su tutti Ostia Antica, ma anche Palestrina, Tivoli, Terracina, Sperlonga, Minturno, Falerii Novi, Veio, ecc.).

Interessanti sono anche i paesaggi naturali della catena degli Appennini, la zona dei laghi vulcanici e dalla costa del mare Tirreno con le isole dell’arcipelago Pontino e il Parco Nazionale del Circeo.

Villa Adriana, Tivoli, Lazio. Autore e Copyright Marco Ramerini

Villa Adriana, Tivoli, Lazio. Autore e Copyright Marco Ramerini

L’UNESCO ha inserito 4 località del Lazio nella lista dei siti patrimonio mondiale dell’umanità (che diventano 5 se si include anche la Città del Vaticano):

  1. Il Centro storico di Roma, le proprietà extraterritoriali della Santa Sede nella città e la Basilica di San Paolo fuori le mura (inserito nel 1980).
  2. La Villa Adriana a Tivoli (1999).
  3. La Villa d’Este a Tivoli (2001).
  4. Le necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia (2004).

Inoltre in lista per essere inseriti tra i siti UNESCO ci sono:

  1. Le ville della nobiltà papale.
  2. La Via Appia.
  3. La Valle dell’Aniene e la Villa Gregoriana a Tivoli.

admin

banner
Close
Seguici su Facebook
Resta aggiornato con Famiglia e Salute