Da non perdere
pt-ptitfresen

Venezia: Piazza San Marco. La piazza più famosa di Venezia

Questo post è disponibile anche in: Francese Portoghese, Portogallo

Pochi luoghi al mondo hanno il fascino e la straordinaria ricchezza di capolavori d’architettura ed arte di piazza San Marco, che si apre sulla laguna ed è il simbolo di Venezia.

La piazza mantiene immutato il fascino che da secoli l’ha resa tappa irrinunciabile del Grand Tour di viaggiatori di tutto il mondo.

L’emozione maggiore la si ha arrivando dall’acqua, e tutti la possono provare scendendo alla fermata del vaporetto del bacino di San Marco: davanti si staglia il campanile di San Marco con la loggetta del Sansovino (crollato nel 1902 e ricostruito così come era), sulla sinistra la cinquecentesca Libreria Sansoviniana (Biblioteca Marciana) e sulla destra il traforo e la delicata policromia di Palazzo Ducale, sfarzosa residenza dei Dogi e sede delle principali magistrature cittadine, ricca all’inverosimile di tesori d’arte.

Ancora qualche passo, ed ecco che la Basilica di San Marco, attigua a Palazzo Ducale, si mostra in tutta la sua imponenza. Eretta nell’undicesimo secolo e più volte rimaneggiata, è la più significativa testimonianza di quello stile bizantino–romanico, che rende unica Venezia: cinque enormi cupole, la facciata sfavillante di mosaici su cui spiccano 4 cavalli bronzei (copia di quelli trasportati da Costantinopoli nel’200 e ora conservati nell’attiguo Museo della basilica). La Basilica ha l’interno impreziosito da 4000 metri quadri di mosaici su fondo d’oro unici al mondo realizzati nell’arco di quasi 800 anni e pavimenti in tessere di marmo policromo. Fra i tesori che racchiude, la Pala d’Oro (fra i capolavori assoluti d’oreficeria di tutti i tempi) e il Tesoro di San Marco.

Piazza San Marco, Venezia, Veneto. Autore MarkusMark. Licensed under the Creative Commons Attribution

Piazza San Marco, Venezia, Veneto. Autore MarkusMark

La Basilica fa da quinta grandiosa alla piazza, salotto buono di Venezia, delimitata sugli altri lati dalle Procuratie, sotto i cui eleganti portici si aprono caffè storici ed eleganti negozi. A scandire il tempo, il rintocco dei due Mori, che battono le ore sulla campana che sovrasta il celebre orologio astronomico che dà il nome all’elegante torre quattrocentesca decorata con smalti e dorature.

admin

banner