Da non perdere
pt-ptitfresen

Ricetta della granita siciliana al limone

Oggi vi propongo la ricetta della granita siciliana al limone che ho ricevuto come tradizione dal mio babbo Rosario, siciliano DOC che d’estate si dilettava in cucina deliziandoci con le ricette della sua terra, e quella che preferiva preparaci era proprio la granita al limone! Quando ce la portava a casa nel giro di 2-3 ore non ne rimaneva che solo un dolce ricordo! Che bei ricordi!!! Ma veniamo a noi….

Per la preparazione della granita siciliana al limone non sarà necessario aggiungere il ghiaccio, ingrediente che spesso viene contemplato dalla maggior parte delle ricette ma che rischierà di ottenere una granita tipo iceberg, basterà avere solo la pazienza di tritare il composto ogni due ore dal suo riposo in freezer, per un massimo di 4 volte, solo così si otterrà una granita dalla consistenza cremosa. Vi suggerisco, quindi,  di iniziare la preparazione di mattina per poter assaggiare la granita nel pomeriggio, così da fare una merenda fresca, ricca di vitamine! anche se un po’ calorica!

Ah! mi ero dimenticata di dirvi che io ho utilizzato la buccia dei limoni per fare le scorze candite, una vera delizia! Dalla serie del limone non si butta via niente!

Ingredienti:

  • 2o0 gr, di zucchero semolato
  • 400 gr, di acqua
  • 150 gr di succo di limoni siciliani
  • la scorza di un limone

Preparazione:

  • Per prima cosa, dopo aver lavato bene i limoni ricavatene il succo per la quantità prevista dalla ricetta filtrando tutto con l’aiuto di un colino. Di un limone ricavatene la scorza e mettetela da parte.
  • In una pentola, aggiungete i 400 gr. di acqua e i 200 gr. di zucchero inserendo anche la scorza del limone, mettete tutto sopra il fornello a fuoco medio basso. Qualche minuto prima che l’acqua inizi a bollire, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare completamente.
  • Una volta che lo sciroppo si sarà raffreddato, eliminate la scorza del limone ed aggiungete il succo,  mescolate bene con un mestolo e mettete tutto in un contenitore dai bordi altri e chiuso, all’interno del congelatore nel ripiano più basso.
  • Ogni due ore, levate dal congelatore il contenitore e con un frullatore ad immersione o con l’aiuto di un mixer, iniziate a rompere i cristalli di ghiaccio che si sono creati sul composto, riducendolo a crema. Rimettete tutto nuovamente nel congelatore, avendo cura ogni due ore di ripetere il procedimento, per un totale di di 4 volte.
  • Se necessario prima di servire la granita, frullarla nuovamente e servite magari accompagnata  da una calda brioche con tuppo!.

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner