Da non perdere
pt-ptitfresen
Focaccia o schiacciata di patate. Autore Rollopack. Licensed under the Creative Commons Attribution
Focaccia o schiacciata di patate. Autore Rollopack.

Ricetta della schiacciata o focaccia alta

La ricetta della schiacciata o focaccia alta nasce in Toscana dove prende il nome anche di schiacciata di patate. Le caratteristiche che la ricetta possiede sono due, la morbidezza e l’altezza tanto che viene spesso usata per essere riempita.

La schiacciata o focaccia alta è ottima da proporre ai bambini, specialmente le merende, soprattutto durante i compleanni fanno i fumo, li potete riempire usando gli ingredienti più vari dalle verdure ai salumi, sono buonissimi!

Ingredienti per una teglia delle dimensioni circa 35×40,  per circa 6 persone:

  • 600 gr. farina bianca 00
  • 600 gr. di acqua a temperatura ambiente
  • 8 gr. di lievito di birra secco
  • 4 gr di zucchero
  • 7 gr. di sale
  • 200 gr. di patate
  • burro q.b
  • sale grosso q.b.
  • olio evo q.b.

Procedimento:

  • Pulite le patate, levate la buccia, fatele a pezzetti e cuocetele in una pentola con 600 gr. di acqua con coperchio per circa 15 minuti a fuoco medio basso, facendo attenzione che l’acqua non fuoriesca dalla pentola, è importante per rispettare le dosi della ricetta.
  • Quando le patate saranno tenere da spezzarsi con la pressione di una forchetta, levate la pentola del fuoco e lasciate che si intiepidiscano sia l’acqua che le patate, saranno necessarie circa 60 minuti.
  • Adesso, riprendete la pentola con le patate e aiutandovi con un mixer ad immersione riducete tutto a crema, non deve rimanere alcun residuo di pezzi di patata.
  • Aggiungete il lievito di birra liofilizzato, lo zucchero e mescolate tutto aiutandovi con una forchetta.
  • Versate, metà della farina, mescolate bene e aggiungete adesso il sale. Continuate a mescolare e concludete aggiungendo la farina rimanente.
  • Prendete una ciotola capiente ed ungetela con dell’olio, versate all’interno l’impasto chiudetelo con un coperchio e lasciate riposare in un luogo caldo, senza spifferi, per circa 3 ore.
  • Trascorso il tempo per la lievitazione la pasta sarà cresciuta raddoppiandosi di volume e pronta per essere stesa nella teglia rigorosamente a mano.
  • Dopo aver unto la teglia, meglio se con del burro, versatevi sopra la pasta e con l’aiuto dei polpastrelli, meglio se bagnati con dell’olio, iniziate a stenderla formando in superficie le caratteristiche “fossette”.
  • Ora, irrorate la superficie della schiacciata con dell’olio evo e con del sale grosso.
  • Fate riposare ancora per 1 ora la schiacciata.
  • Accendete il forno a 200°C e quando avrà raggiunto la temperatura, infornate la teglia evitando di muoverla troppo e cuocete per circa 20-25 minuti.

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner
Close
Seguici su Facebook
Resta aggiornato con Famiglia e Salute