Da non perdere
pt-ptitfresen

Villa Adriana, Tivoli

Questo post è disponibile anche in: Francese Portoghese, Portogallo

Villa Adriana, è un eccezionale complesso di palazzi classici edificati fra il 118 d.C. ed il 133 d.C. dall’imperatore romano Adriano. La villa combina al suo interno elementi architettonici di cultura Egizia, Greca e Romana formando una città ideale. Villa Adriana, una delle più importanti aree archeologiche italiane, è stata inserita, nel 1999, dall’UNESCO nella lista dei monumenti dichiarati patrimonio dell’umanità.

L’area archeologica, che occupa oltre ottanta ettari (ma la villa si estende per un totale di 120 ettari), è composta da quattro grandi complessi edilizi principali, in cui si trovano singoli edifici che l’imperatore designò con nomi di luoghi geografici o di monumenti celebri del mondo antico, come Canopo, Serapeo, Teatro Greco, Accademia, secondo un uso noto nel mondo romano. La Villa comprendeva la residenza privata di Adriano, alloggi collettivi, edifici per spettacoli, impianti termali e grandi aree tricliniari per sontuosi banchetti. I vari edifici erano collegati fra loro, oltre che da percorsi di superficie, anche da un rete viaria sotterranea carrabile e pedonale per i servizi.

Villa Adriana, Tivoli. Autore e Copyright Marco Ramerini.

Villa Adriana, Tivoli. Autore e Copyright Marco Ramerini.

PECILE

Il Pecile, è un monumentale quadriportico (m. 232 x 97) che circonda un giardino con una grande piscina rettangolare centrale, forse ispirato alla “Stoà Poikile” (Portico Variopinto), celebre portico di Atene.

Del portico oggi si conserva il muro di spina della parte settentrionale (alto 9 metri), esso aveva un doppio portico munito di spioventi da ambedue le parti, il doppio ampio porticato si svolgeva nei due lati per tutto il suo sviluppo. Ancora oggi si osservano nel muro i fori dove andavano ad incastrarsi le travi di sostegno delle tettoie del doppio porticato.

Il luogo, secondo la tradizione, veniva utilizzato per il passeggio pomeridiano, che si svolgeva lungo il lato nord nel periodo estivo e in quello meridionale durante l’inverno.

Villa Adriana, Tivoli. Autore e Copyright Marco Ramerini.

Villa Adriana, Tivoli. Autore e Copyright Marco Ramerini.

CENTO CAMERELLE

Si tratta probabilmente di abitazioni utilizzate dalle guardie imperiali, dalla servitù e dal personale amministrativo.

TERME CON HELIOCAMINUS

L’Heliocaminus, un particolare ambiente riscaldato per mezzo di stufe e raggi solari, era una struttura circolare facente parte delle terme. Era dotato di un caldarium con grande vasca centrale che era adibito a bagni di sole e di calore, aveva inoltre un ampio frigidarium con pavimento in marmo cipollino e una vasca per l’acqua fredda.

SALA DEI FILOSOFI

Teatro Marittimo, Villa Adriana, Tivoli. Autore e Copyright Marco Ramerini

Teatro Marittimo, Villa Adriana, Tivoli. Autore e Copyright Marco Ramerini

La cosiddetta Sala dei Filosofi, che si trova tra il Pecile e il Teatro Marittimo, presenta un aula absidata rettangolare con sette nicchie che dovevano custodire delle statue, l’edificio fu probabilmente costruito contemporaneamente all’adiacente Teatro Marittimo.

La sala presenta tutt’ora le impronte e i fori della grappe su cui poggiavano i marmi che la rivestivano, la presenza del marmo, insieme alla vicinanza con due edifici chiave della Villa quali il Pecile ed il Teatro Marittimo, hanno fatto ipotizzare che la sala fosse la monumentale Sala per le Udienze dell’Imperatore.

TEATRO MARITTIMO

Il Teatro marittimo rappresenta probabilmente un area di disimpegno tra le varie aree della villa. Questa struttura sembra essere una delle più antiche di Villa Adriana e viene ritenuta la prima residenza di Adriano prima dell’ampliamento della villa. Il Teatro marittimo fu edificato nel 118 d.C. e rappresenta una delle strutture più caratteristiche di Villa Adriana: formato da un portico circolare con colonne ioniche che circondano un canale con al centro un isola di 45 metri di diametro.

Villa Adriana, Tivoli. Autore e Copyright Marco Ramerini.

Villa Adriana, Tivoli. Autore e Copyright Marco Ramerini.

BIBLIOTECA GRECA

I due edifici oggi erroneamente chiamati Biblioteca Greca e Biblioteca Latina, formavano una quinta scenografica e monumentale che precedeva i quartieri più interni della Villa.

La cosiddetta Biblioteca Greca era un edificio a tre piani collegato alla Biblioteca Latina tramite un portico, l’edificio aveva due grandi sale quadrangolari, decorate da nicchie rettangolari nelle pareti. Sono stati rinvenuti elementi dell’impianto di riscaldamento dell’edificio al piano superiore, il rivestimento originario dell’edificio era in opus sectile ed in mosaico, mentre la copertura dell’edificio era a volta. L’esistenza dell’impianto di riscaldamento fa supporre che l’edificio avesse almeno in parte carattere residenziale.

BIBLIOTECA LATINA

La Biblioteca Latina, è un edificio a due piani, che aveva due grandi sale decorate da nicchie rettangolari, la struttura presenta un’impostazione simile a quella delle Biblioteca Greca, mentre la sala posteriore ha nell’abside di fondo un basamento per gruppo statuario.

Mosaici, Hospitalia, Villa Adriana, Tivoli. Autore e Copyright Marco Ramerini

Mosaici, Hospitalia, Villa Adriana, Tivoli. Autore e Copyright Marco Ramerini

HOSPITALIA

L’Hospitalia, gli alloggi dei soldati d’élite della guardia pretoriana, è un lungo fabbricato formato da un grande salone sul quale si aprono 5 stanze per lato, ognuna con tre nicchie per i letti e con bellissimi pavimenti a mosaici bianco e neri, il fabbricato è concluso da una grande sala comune.

TRICLINIO IMPERIALE

Il Triclinio Imperiale è un gruppo di ambienti attorno a un salone che si apriva su un colonnato con capitelli corinzi. Lungo il lato sud si conserva il Criptoportico con volta, sulla volta sono tuttora visibili tracce della decorazione ad affresco e alcune firme di visitatori antichi.

CANOPO

Il Canopo è la parte più fotografata di Villa Adriana. Questa struttura formata da una grande vasca che rappresenta il fiume Nilo.

Canopo, Villa Adriana, Tivoli. Autore e Copyright Marco Ramerini

Canopo, Villa Adriana, Tivoli. Autore e Copyright Marco Ramerini

ROCCABRUNA

Ad ovest del Canopo, nella zona più alta della villa, si trova la cosiddetta Roccabruna, una struttura a forma ottagonale coperta da cupola, in origine era probabilmente sormontata da un belvedere a forma di rotonda panoramica con tempietto colonnato.

Altri luoghi e resti degni di nota sono:

– Belvedere sulla Valle di Tempe

– Palazzo Imperiale

– Edificio con Pilastri Dorici

– Piazza d’Oro

– Caserma dei Vigili

– Edificio con Peschiera e Criptoportico

Triclinio Imperiale, Villa Adriana, Tivoli. Autore e Copyright Marco Ramerini

Triclinio Imperiale, Villa Adriana, Tivoli. Autore e Copyright Marco Ramerini

– Piccole Terme

– Grandi Terme

– Pretorio

– Tempio di Venere

– Teatro Greco

INFORMAZIONI PRATICHE:

Villa Adriana è a Tivoli, 40 chilometri dal centro di Roma. La villa si trova a circa 3 km dall’uscita Tivoli dell’autostrada A 24 Roma-L’Aquila. All’altezza di Ponte Lucano e del centro abitato di Villa Adriana si trovano i cartelli che portano all’Area Archeologica.

Villa Adriana, Largo M. Yourcenar, Tivoli, Roma.

  • Orario: 9.00-un ora prima del tramonto. Giorni di chiusura: 1 gennaio, 25 dicembre.
  • Biglietti: Intero € 6,50; Ridotto € 3,25. In occasione di mostre speciali il prezzo del biglietto è di € 9. Audioguida: disponibile in italiano, inglese, francese e spagnolo costo: 4 euro.
  • Villa Adriana fa parte del nuovo circuito della Roma&Più Pass.

admin

banner