Da non perdere
pt-ptitfresen

Come combattere la stanchezza primaverile

 Come combattere la stanchezza primaverile? La primavera coincide con il risveglio della natura, ma non solo! anche il nostro corpo subisce una sorta di rinascita e di risveglio in quanto segue dei ritmi stagionali. Durante l’inverno il nostro organismo si è trovato sotto pressione, il sistema immunitario ha dovuto fronteggiare le malattie stagionali ed impiegare una buona parte di energia per fronteggiare il freddo dell’inverno. Arrivando la buona stagione, le temperature cambiano, le giornate si allungano e le attività si moltiplicano, al nostro corpo viene richiesta una energia diversa da quella che è stata necessaria fino ad adesso e questo richiede una riorganizzazione generale della nostra vita. E’ per questo che entra in gioco la fiacchezza, stanchezza, l’irritabilità,  cefalee, l’inappetenza o per contro un aumento di appetito, ma madre natura ci viene sempre in aiuto, perché si possono superare queste difficoltà mangiando frutta e verdura di stagione:

  • fragole, lamponi, ribes, kiwi frutti più ricchi di vitamine c, gruppo b ed E. il betacarotene, antiossidante che fa bene per la pelle e ci aiuta a prendere il sole
  • verdure, broccoli, cavoli, cavolfiore, ma soprattutto l’asparago che ha una funzione diuretico, ben digeribile e consigliato specialmente per chi è a dieta, poi ci sono i piselli e le fave.
  • tutto ciò che è fresco e di stagione che ci aiuta a fronteggiare al meglio questo periodo di passaggio

Gli integratori che troviamo in farmaci possono essere un aiuto valido in questo periodo, ma possono interagire con i farmaci che magari siamo costretti a prendere giornalmente, ma come detto prima la natura ci offre tutto quello di cui abbiamo bisogno, ecco qui alcune piante che possiedono dei principi attivi che ci danno una mano a superare queste difficoltà, basta trovare una valida erboristeria di qualità e ben fornita dove possiamo trovare:

  • La bardana, antinfiammatorio per eccellenza , preso come tisana da bere durante tutto il giorno,  può essere un rimedio per la depurazione del nostro corpo dalle tossine accumulate durante l’inverno.
  • Il ginseng, l’energizzante naturale per eccellenza capace di contrastare al meglio la fiacchezza più naturale, da consumare la mattina o  entro le 16, perché potrebbe procurare insonnia.
  • Se abbiamo difficoltà a dormire,  la sera può essere buona abitudine prepararsi una calda tisana a base di passiflora oppure di biancospino che ci aiutano a conciliare il sonno.
  • Per contrastare la depressione leggera legata alla fiacchezza, può essere utile una tisana a base di rodiola che presa la mattina ci fornisce un senso i benessere, oltretutto può regalarci quel senso di sazietà che ci aiuta a placare la fame nervosa od quello smoderato senso di appetito, per evitare di mangiare troppo a cena, può essere utile berla prima di mangiare.

Consigli utili per affrontare al meglio la primavera e questo senso di stanchezza e fiacchezza possono essere riassunti in tre punti:

  • Bere molta acqua, perché ci aiuta a depurarci ed disintossicarci in maniera naturale, oltre a contrastare l’arrivo dei primi caldi.
  • Fare un bagno rilassante prima di dormire, in quanto ci può aiutare contro l’insonnia, dormendo bene si recuperano velocemente le energie.
  • Vestirsi a strati, in maniera adeguata alle temperature di stagione, stando attenti a non  alleggerirsi troppo o coprirsi troppo, ammalandoci di frequente.

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner
Close
GDPR
Le leggi dell'UE richiedono che chiediamo il tuo consenso all'uso dei cookies. Utilizziamo i cookie per garantire che il nostro sito funzioni correttamente. Alcuni nostri partner pubblicitari raccolgono anche dati e utilizzano i cookie per pubblicare annunci personalizzati.




Sottoscrivete il nostro canale YOUTUBE: