Da non perdere
pt-ptitfresen
Sciroppo per la tosse. Autore Dvortygirl. Licensed under the Creative Commons Attribution
Sciroppo per la tosse. Autore Dvortygirl

Come curare la tosse nei bambini: rimedi naturali

La tosse, ne abbiamo parlato in precedenza, non è una malattia, ma bensì un riflesso che il nostro corpo compie, per liberarsi da qualcosa che lo disturba e questo avviene quando c’è da espellere qualcosa che è andato di traverso  nelle vie aeree oppure quando ci troviamo in presenza di malattie da raffreddamento, di irritazioni alla gola e ai bronchi. E’ un sintomo molto fastidioso, specialmente nei bambini, che purtroppo disturba il sonno notturno e allora come ci dobbiamo comportare noi genitori? Come ho già detto nel paragrafo riguardante come curare il mal di gola nei bambini, è necessario insistere sul lavaggio nasale, con spray o meglio ancora con rinowash, in modo da  tenere sempre il nasino pulito dal muco, alternando con  areosol  + mascherina con soluzione fisiologica ipertonica, per evitare anche la comparsa di fastidiosi otiti: questo è un passo necessario da fare perché la tosse, spesso è collegata a raffreddore e mal di gola e l’essenziale per ottenere buoni risultati, è giocare di anticipo, evitando che i sintomi peggiorino. Da evitare l’uso sciroppi sedativi per calmare  tosse, non servono a curare ma solo a nascondere per un po’ il sintomo e oltretutto il loro uso prolungato può nuocere alla salute, soprattutto perché spesso la codeina, sostanza nociva e  quindi è meglio scegliere sciroppi  a base naturale che aiutano a fluidificare e sciogliere il catarro, come lo sciroppo Grintuss per tossa secca e produttivo o il famoso sciroppo alle Lumache.

A seconda del tipo di tosse e del momento della giornata in cui si manifesta possiamo avere un’idea di quello che si nasconde dietro.

La tosse secca durante la notte può stare ad indicare un stato virale, accompagnato da uno stato infiammatorio alla laringe e da presenza di catarro nei bronchi che deve maturare. Se la tosse continua per tutta la giornata può essere sintomo di patologia allergica e di asma.

La tosse grassa che compare la mattina, invece può segnalare la presenza di una bronchite catarrale.

QUANDO ANDARE DAL DOTTORE

Se la tosse è accompagnata da sintomi come spossatezza, irritabilità, respiro affannoso, fischio e inappetenza, possono essere segnali che nascondono la presenza di una broncopolmonite o bronchite, quindi non c’è da perdere tempo e bisogna correre dal dottore.

UMIDIFICARE L’ARIA

E’ molto importante, specie d’inverno, tenere una temperatura in casa che non superi di 20°,  così  eviteremmo che le mucose delle vie aeree si secchino e irritino, mantenendole umide al punto giusto. Durante la notte specie,  è utile mettere in funzione l’umidificatore, aggiungendo all’interno 2 gocce di  olio essenziale di timo  o di eucalipto, questi sono capaci di purificare l’aria, anche se non definitivamente, da batteri, virus e anche acari,  se non avete il marchingegno potete benissimo usare delle vaschette apposite riempite di acqua e posizionate sui radiatori.

Miele. Autore Siona Karen. Licensed under the Creative Commons Attribution

Miele. Autore Siona Karen

LATTE CALDO DOLCIFICATO CON MIELE

La sera prima di coricarsi, fate bere al vostro bimbo latte caldo con l’aggiunta di miele, meglio di castagno, dall’alto potere fluidificante oppure di eucalipto. Se non è amante del latte, allora potrete dargli un cucchiaino di miele, oltre ad essere antibatterico, vedrete che riuscirà a calmare in maniera efficace la tosse.

SUFFUMIGIO

Questo è un rimedio efficace per combattere la tosse e raffreddore, solo bisogna avere molta accortezza per evitare che il bambino si bruci. Fate bollire un pentolino di acqua che poi andrete a mettere all’interno di un’altra pentola,  nella quale andrete ad aggiungere 2-3 gocce di olio essenziale di Tea tree oil ( questo è un rimedio adatto per bambini grandicelli e non allergici, chiedete sempre consiglio al vostro pediatra prima di usarlo ) e fate inalare ai bambini per almeno 10 minuti, coprendogli il capo con un asciugamano. Suffumigi con il bicarbonato, sono utili anche per sfiammare la gola, umidificarla e sciogliere il muco. Suffumigi con il decotto di timo o bacche di ginepro, molto efficace anche con il decotto dei fiori di malva dall’alto potere fluidificante.

BERE MOLTI LIQUIDI: L’azione di bere liquidi, specie acqua, aiuta il corpo a eliminare le tossine responsabili di infiammazioni e scogliere il muco. Consumare succhi di frutta freschi come le spremute di agrumi, arance e limoni per esempio, ricchi di Vitamina C.

Carote. Autore John Morgan. Licensed under the Creative Commons Attribution

Carote. Autore John Morgan

SUCCO ALLA CAROTA

Si prendono due carote e si tagliano a dischetti, si mettono in un contenitore cosparse con un po’ di zucchero, si lasciano riposare per 30 minuti: si formerà uno sciroppo alla carota in grado di calmare la tosse.

MANGIARE CIBI RICCHI DI VITAMINA C

Un rimedio usato dalle nostre nonne per calmare la tosse consiste nel far bollire 2 pere e poi a fine cottura,aggiungere del miele,  mangiare e bere il tutto.

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner