Da non perdere
pt-ptitfresen
Bambini che giocano. Author and Copyright Marco Ramerini
Bambini che giocano. Author and Copyright Marco Ramerini

Come prevenire e curare il mal di gola nei bambini: rimedi naturali

L’estate è ormai finita, l’autunno è già iniziato e con la scuola cominciano anche i primi malanni e noi mamme siamo alla ricerca del rimedio il più efficace per risolvere in fretta il mal di gola, prima che si sviluppi in influenza. Innanzitutto, è bene specificare che esistono due tipi di mal di gola, quello di origine virale, cioè dovuto alla presenza di virus e questo lo si denota da un fastidioso dolore alla gola che appare piuttosto infiammata accompagnato da un bel raffreddore oppure di origine batterico caratterizzato da un’innalzamento di temperatura ( febbre )  accompagnato dalla presenze di “placche”, macchie bianche che  compaiono sulle tonsille.

Prima di iniziare una qualsiasi terapia, è bene far controllare il bambino dal pediatra, il quale valutando la presenza di febbre accostato ad e un continuo dolore alla gola, valuterà se fare il test stick per controllare la presenza di infezioni, come quello dello streptococco, per poi  decidere di passare alla cura antibiotica. Ma se il bambino, non presentasse febbre e non esistono sintomi preoccupanti,  potremmo valutare con il dottore circa l’uso o meno di un rimedio naturale.

Limoni. Autore Daniella Segura. Licensed under the Creative Commons Attribution

Limoni. Autore Daniella Segura

Quando si parla di cura naturale, si parla soprattutto del ricorso a piante medicinali, alla terapia della oligoterapia, oltre  ai rimedi tramandati dai nostri nonni, ma bisogna stare molto attenti, specie se vogliamo usare i principi attivi delle piante ( fitoterapia ), in quanto vi è la possibilità che queste abbiamo sostanze  tossiche capaci di danneggiare l’organismo di un bambino, da evitare nella maniera più assoluta l’uso nei soggetti allergici. Inoltre, se abbiamo il via libera del nostro pediatra, dovremmo avere l’accortezza di rivolgerci ad una erboristeria seria e competente, capace di illustrarci in maniera chiara i vantaggi, svantaggi, controindicazioni e  le modalità di uso.

Per quanto la sicurezza di questi rimedi, il più indicato a parere mio, dopo aver fatto varie ricerche, risulta essere l’oligoterapia. Si tratta di curare alcuni disturbi, tra cui anche le malattie da raffreddamento,  ma soprattutto quelle  di tipo allergico sfruttando l’impiego degli oligoelementi, cioè di minerali, presenti in quantità molto bassa, da assumere sotto forma di fiale e di granuli, per un periodo totale di un mese: sono privi di tossicità e non hanno effetti collaterali. Comunque, non mi stancherò mai di dire che chiedere aiuto al pediatra, prima di ogni ricorrere ai rimedi naturali,  è obbligatorio.

Un consiglio, dato che il mal di gola non arriva mai da solo, ma accompagnato da un bel raffreddore, la prima cosa da fare  anche come prevenzione al dolore alla gola se ancora non è arrivato,  è quello di liberare il naso da muco, evitando che questi arrivi appunto nella gola e poi nei bronchi, attraverso lavaggi di soluzione fisiologica, da fare direttamente nel naso o meglio ancora dato il fastidio che questa soluzione produce al bambino, se questi è grandicello ( 3 anni )  esiste un’alternativa, si chiama rinowasch, un meccanismo che viene usato insieme alla macchinetta dell’ aerosol, il quale ha lo scopo di fare una doccia ai seni nasali, favorendo l’espulsione del muco,  non è invasivo come l’altro, offre una sensazione di solleticamento alle narici, facilitando l’espulsione del muco.

COME PREVENIRE IL MAL DI GOLA

Quando fuori tira quel bel venticello di tramontatino, una regola da tenere sempre presente, è quella di avvolgere il collo dei nostri figli, con una calda sciarpa, possibilmente di pile, che trattiene il calore, non spelano e non danno irritazione, la bocca  deve essere possibilmente coperta, per evitare la possibilità ai germi e batteri di entrare nella gola.

Arance. Autore Rafael Castillo. Licensed under the Creative Commons Attribution

Arance. Autore Rafael Castillo

Per i bambini tra i 3 e 5 anni, utile  è l’uso della  rosa canina, da prendere sotto forma di gocce, senza alcol e  a base di fruttosio. L’estratto di rosa canina viene ricavato dal frutto della rosa selvatica che cresce nelle radure boschive e nelle macchie, è all’insaputa di molti, ricchissima di Vitamina C, ne contiene dai 50 ai 100 volte in più  rispetto agli agrumi ( arance e limoni ).  Quindi , assumere Rosa canina, significa soprattutto stimolare in modo efficace le difese dell’organismo. In alternativa alla Rosa Canina, potete scegliere di usare il rame, sotto forma di oligoelemento, ne basta 1 fialetta contenente granuli da sciogliere sotto la lingua a digiuno, 3 volte alla settimana.

Per i più grandicelli, tra 6-14 anni si può ricorrere all’olio essenziale di Timo, 1 goccia mescolata insieme a 2 cucchiaini di olio di mandorle dolci, con il composto andremo a massaggiare la pianta del piede.

COME CURARE IL MAL DI GOLA

Uno dei rimedi della nonna usati per curare il mal di gola è quello che ricorre all’arte del suffumigio:  respirare i vapori dell’acqua bollente, nella quale è stato aggiunto del bicarbonato con la massima attenzione, coprendo il capo del bambino con un asciugamano. Vi consiglio di mettere la pentola di acqua bollente, all’interno di un’altra pentola alta, in modo che il bambino eviti di bruciarsi.

Prendere una bella tazza di latte caldo con miele, aiuta  a calmare la tosse,  a calmare il dolore alla gola e a conciliare il sonno.

 Bere tisane calde a base di camomilla e miele oppure a base di limone e miele, rendono la gola umida e aiutano a sfiammarla. La presenza del miele è molto importante perché possiede sostante antibatteriche.

Massaggio linfatico alle ghiandole sotto la mandibola: con le dita si massaggiano le ghiandole dall’alto verso il basso ( trachea ). Aiuta molto a calmare il dolore nei bambini, ovviamente da fare quando le ghiandole non sono gonfie e doloranti.

Avere la sana abitudine di tenere al caldo la gola, con sciarpa o fazzoletto di seta ( dicono che questo tipo di tessuto aiuti a sfiammare ). Anche gli impacchi caldi sulla gola aiutano contro il dolore.

Consumare alimenti  ricchi di Vitamina C  capaci di contrastare l’infiammazione alla gola e affrettare la guarigione dall’influenza.

Umidificare le stanze, specie di notte, con l’uso di un umidificatore, evitando alle mucose della gola di seccarsi, mantenendole umide ed evitando così alla gola di essere irritata.

Gargarismi con acqua e sale: un bicchiere di acqua tiepida nel quale è stato sciolto un cucchiaino di sale.

Propoli: In farmacia ci sono spray a base di propoli abbastanza efficaci, senza alcol, da spruzzare all’interno della gola più volte al giorno. Evitate, se il bambino è ancora troppo piccolo, diciamo per chi ha meno di 3 anni e soprattutto nei soggetti allergici.

Impacco alla ricotta: Questo è davvero un rimedio insolito, si prepara acquistando 300 gr. di ricotta fresca e con l’aiuto di una forchetta la mescoliamo, riducendola in crema. Si prende un panno di cotone e spandiamo sopra la crema alla ricotta per un’ altezza di  circa 1 cm. e poi poggiamo sulla gola tenendo fermo il telo con una sciarpa di lana. Tenere il composto per 6 ore, quindi magari è consigliabile fare questa procedura la sera prima di dormire.

Rosa Canina: E’ un antinfiammatorio naturale, oltre ad essere ricco di Vitamina C, è utile per sfiammare la gola ed’è reperibile sotto forma di caramelle e può essere usata sotto forma di infuso.

L’acerola: E’ un frutto simile alla ciliegia, ma il sapore ricorda molto l’arancia, proviene dal Sud America, in Brasile è una pianta molto diffusa. Ricco di Vitamina C, Vitamine del gruppo B  e di sali minerali, specie il Magnesio, Potassio, Ferro, Calcio. Oggi l’acerola la troviamo sotto forma di pasticche e di tisane e contiene principi attivi capaci di agire sulle vie respiratorie, oltre a stimolare le difese immunitarie.

 Ribes nigrum:  Chiamato anche ribes nero, più conosciuto come uva spina nera, è un frutto  diffuso in Europa e in Asia,  le bacche sono di color viola nero, molto ricco di Vitamina C, di Potassio, Ferro, Vitamina A, aiuta a prevenire e a combattere patologie tumorali come il carcinoma mammario, melanoma, cancro al colon, oltre ad avere un importante potere antinfiammatorio, viene usato per combattere non solo il mal di gola ma anche fastidiosi problemi come la tosse e raffreddore. Si raccomanda l’uso ai bambini sopra i 3 anni  e sotto forma di MG 1 DH ( macerato glicerico ), con 15 gocce 3 volte al giorno. 

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner
Close
Sottoscrivete il nostro canale YOUTUBE
Se vi piace cucinare sottoscrivete il nostro canale YOU TUBE di cucina: