Da non perdere
pt-ptitfresen

Curare l’influenza con gli oli essenziali

Gli oli essenziali contengono delle particolari sostanze che prese singolarmente sono utili per curare malanni e patologie doloranti. In inverno potremo beneficiare di quello che la natura sorprendentemente ci offre per affrontare l’influenza e documentandomi ho preso visione di come piante indifferenti  possiedono invece dei principi attivi capaci di farci affrontare al meglio la malattia, accanto al supporta di una figura esperta, quale può essere il naturopa, questo per evitare di consumare le medicine da banco che da una parte ci guariscono ma dall’altra intossicano gli organi interni e con il lungo andare possono portare ad un mal funzionamento di questi, scatenando reazioni a catena…. Gli oli essenziali se  sono controllati, certificati e biologici  sono prodotti sicuri e si reperiscono in strutture come le farmacie ed erboristerie.

I sintomi che  ci troviamo a fronteggiare durante un influenza sono come ben sappiamo,raffreddore, mal di gola, tosse, vediamo qui di quali sono le essenze che aiutano a risolvere in gran parte questi fastidi.

Per curare i sintomi fastidiosi del raffreddore, le essenze che ci aiutano a liberare il naso sono:

  • L’Olio essenziale di eucalipto ( Eucalyptus globulus): Utilizzando il metodo del suffumigio, in un  catino di acqua calda aggiungere 1-2 gocce di olio essenziale e respirando il vapore coprendo il capo con un telo.
  • L’olio essenziale di abete bianco ( Abies alba): In questo caso si assume 2 volte al giorno, 1/2 cucchiaino di proproli nel quale sono state aggiunte 1 goccia di abete bianco e 1 goccia di lavanda.
  • In caso di rinite e sinusite, si possono massaggiare  l’interno delle narici con 1 goccia di o.e. di Albero del Tè.
  • L’olio essenziale di anice verde ( Pimpinella anisum ): Fare un bagno caldo aggiungendo 6 gocce di anice verde insieme a 6 gocce di pino in un cucchiaio di miele che poi va inserito nell’acqua, aiuta a liberare il naso e a sciogliere il muco.
  • L’olio essenziale di incenso ( Boswellia carterii): Per decongestionare le vie nasali e sciogliere il muco, molto utile è fare un bel  bagno caldo, nel quale è stata sciolto 1  cucchiaio di miele contenente 6 gocce di o.e. di incenso e 6 gocce di o.e. di cipresso.
  • L’olio essenziale di menta piperita ( Mentha piperita ):  suffumigi con acqua calda dove vengono aggiunte 3-5 gocce di menta piperita.
  • Gli oli che hanno la proprietà di essere degli anticatarrali mucolitici ed espettoranti,cioè che aiutano a fluidificare il muco e ad espellerlo agendo sul sistema respiratorio, usando il metodo dei suffumigi, sono i seguenti: l’eucalipto, il cipresso, il pino, il mirto, l’ alloro, l’ incenso, il ginepro. 

Gli oli che hanno proprietà antisettiche, in quanto riescono a contrastare lo sviluppo di batteri, virus e anche alla loro eliminazione, sempre usando le inalazioni di vapori, e sono i seguenti: limone, bergamotto , timo, origano,cannella, palmoreggia, le petit grain, lemongrass, lavanda vera, menta piperita, niaouli, lavanda spica.

 Per curare il mal di gola molto utili sono i seguenti oli:

  • L’olio essenziale di Abete bianco e l’olio essenziale di lavanda 1 goccia di ciascuna mescolate in 1/2 cucchiaino di propoli da prendere 2 volte al giorno.
  •  L’olio essenziale di tea tree, conosciuto anche con il nome di Melaleuca alternifolia,pianta originaria dell’Australia, molto efficace per combattere la laringite, faringite e faringolaringite, la cosa  da ricordare che gli oli essenziali sono efficaci soprattutto se presi tempestivamente,appena avvertiamo i primi sintomi. Si possono assumere 3 gocce di o.e. di tea tree, mescolato in 1 cucchiaio di miele 3 volte al giorno, oppure utile  è fare gargarismo con 5 gocce di o.e. aggiunti in 1/2 bicchiere di acqua, 3 volte al giorno. Dato che questo tipo di olio può provocare allergie, prima di usarlo è bene versare 1 goccia su un braccio per vedere come la nostra pelle reagisce, se notiamo reazioni strane sull’epiderme evitare nel modo più assoluto. Da ricordare di non somministrare ai  bambini, per evitare pericolosi sintomi allergici. La regola che vale per l’uso di tutti gli oli essenziali, riguarda la brevità del trattamento che viene sempre consigliato.
  • Fare un massaggio che parte dal collo fino ad arrivare alla parte dietro alle orecchie con un cucchiaio d’olio dove sono state sciolte: 1 goccia di tea tree, 4 gocce di camomilla,1 goccia di limone, 1 goccia di timo.
  • Fare dei suffumigi dove sono state sciolte 2 gocce di eucalipto, 2 gocce di lavanda e 1 goccia di timo.

Per invece calmare la tosse ci sono altre alternative che prevedono:

  • Suffumigi, aggiungendo nell’acqua calda 3 gocce di olio essenziale di Eucalipto inspirando profondamente per 1 o 2 minuti al massimo.
  • Suffumigi, aggiungendo nell’acqua calda 5 gocce di cipresso.
  • Annusare un fazzoletto di carta nel quale è stata messa 1 goccia di o.e. di cipresso.
  • Attraverso il massaggio su petto e schiena, formando un composto  di 1 goccia di o.e. di pino, 2 gocce di o.e. di timo, 3 gocce di o.e. di eucalipto, mescolati in 1 cucchiaino di olio di jojoba.
  • Bere a piccoli sorsi, 1/2 tazza di acqua tiepida nella quale sono stati aggiunti, 1 cucchiaino di composto di 2 gocce di eucalipto, 2 gocce di limone mescolato tutto con 3 cucchiai di miele.
  • Assumere 2 volte al giorno 1/2 cucchiaino di propoli nel quali sono state  sciolte 1 goccia di abete bianco e 1 goccia di lavanda.
  • Fare un bel bagno caldo, nel quale è stato sciolto 1 cucchiaio di miele contenente 6 gocce di Anice verde e 6 gocce di Pino.
  • Fare un bagno caldo, aggiungendovi, 1 cucchiaio di miele dove avremo mescolato, 6 gocce di o.e. di Incenso ( Boswellia carterii) e 6 gocce di o.e. di Ciprsso.
  • In caso di Tosse grassa, utile è massaggiare la pianta del piede ed il petto con 1 goccia di olio essenziale di mirto ( Myrtus communis) in 1 cucchiaino di olio d’oliva.

In caso di bronchite e catarro utili sono:

  • i massaggi su petto e schiena di 2 gocce di o.e. di Eucalipto mescolati in 1 cucchiaio di olio di sesamo.
  • Assumere 1 cucchiaino di miele nel quale sono stati sciolte 3 gocce di o.e. di Galbano (Ferula galbanifera, Ferula gummosa) per un breve periodo.

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner