Da non perdere
pt-ptitfresen
Range di riferimento per le analisi del sangue, che mostrano gli elementi dietetici.
Range di riferimento per le analisi del sangue, che mostrano gli elementi dietetici.

Curarsi con i minerali e gli oligoelementi

La Oligoterapia  è una disciplina  che ha lo scopo di potenziare il benessere e la salute al nostro corpo con l’aiuto dei minerali.  Il primo a capire l’ importanza degli oligoelementi sia per gli animali che per l’uomo, fu Gabriel Bertrand alla fine del 1800 anche se già la civiltà egizia aveva sperimentato come alcuni minerali, specie lo zinco avesse il pregio di curare  le piaghe per esempio e in seguito anche altre civiltà, come quella Romana avevano sperimentato il  beneficio dei minerali. Il nostro organismo non è in grado da solo di creare minerali ma ha bisogno del cibo questi vengono introdotti principalmente attraverso il cibo e in secondo luogo con l’aiuto dei integratori e sono presenti nelle ossa, denti, pelle, capelli  unghie e cellule nervose

Per poter parlare di oligoterapia è’ necessario fare una distinzione tra oligoelementi e minerali. I minerali sono presenti nel corpo in una quantità considerevole, come il calcio che può essere presente raggiungendo 1,5 kg, mentre gli oligoelementi  comprendono minerali che sono e devono essere presenti in quantità minime, in una misura totale di 10 grammi, se presenti  in dosi superiori sarebbero altamente velenosi. Possiamo dunque affermare che i minerali sono indispensabili per il nostro corpo , in quanto non solo hanno lo scopo di potenziare il sistema immunitario, ma contribuiscono alla formazione di ossa, denti ( calcio, fluoro, fosforo), alla produzione dei globuli rossi ( ferro ), promuovono l’ equilibrio di importanti sali minerali quali sodio, potassio, cloro, oltre a produrre di cicli metabolici ( rame, cromo e magnesio ). Una carenza di oligoelementi porta ad un squilibrio e malessere generale importante e per vedere  più da vicino  la quantità di minerali, le loro eccedenze e le loro mancanze,  presenti nel corpo, per capire se esiste un giusto equilibrio tra loro, molto utile è fare l’esame di mineralogramma del capello, molto attendibile,in quanto il capello  possiede una proteina, la cheratina, capace di legare i minerali presenti nel sangue, grazie alla ricchezza di zolfo che possiede e lo possiamo effettuare in alcune farmacie ed erboristerie attrezzate, anche se possiamo ovviare con un altro esame, quello del sangue. Una nota da sottolineare riguarda il fatto che sia gli oligoelementi che i minerali non possono essere prodotti dal nostro corpo, ma vengono introdotti dall’esterno nel nostro corpo attraverso il cibo o integratori e si depositano nelle ossa, nei denti, nella pelle, unghie e addirittura nelle cellule nervose. Un introduzione in dose massiccia di minerali, porta effetti tossici importanti.

Quali  sono gli oligoelementi presenti nel nostro corpo?

Il nostro organismo possiede oligoelementi, che sono minerali presenti in quantità minime ma comunque indispensabili e le sostanze presenti in quantità maggiori sono le  seguenti:

  • Ferro
  • Fluoro
  • Silicio
  • zinco
  • rame

Mentre quelli presenti in quantità minori a 1 gr. sono :

  • Cromo
  • Litio
  • Manganese
  • Selenio
  • Iodio
  • Cobalto
  • Molibdeno
  • Vanadio

I BENEFICI DEGLI OLIGOELEMENTI E DEI MINERALI

Gli oligoelementi ma anche i minerali in genere sono molto importanti  perchè  hanno la capacità di potenziare il sistema immunitario e attivare la produzione  e il buon funzionamento degli ormoni, ma vediamo in profondità le caratteristiche che ciascuno di essi possiedono.

—————————————–

FERRO:

Sostanza necessaria per la formazione dei globuli rossi e la formazione dell’emoglobina, importante per la capacità di trasportare energia e ossigeno al nostro corpo e per la capacità di favorire il metabolismo delle proteine.

Quali sono gli alimenti che contengono  il ferro ?

  • Carne
  • Fegato
  • Farina di soia
  • Pesche
  • Prugne secche
  • uvetta
  • Pesce
  • Tuorlo d’uovo
  • legumi
  • vegetali a foglia verde
  • Peperoni
  • Agrumi
  • Patate

I cibi ricchi di vitamina C aiutano a far sì che il ferro venga assorbito meglio dal’ organismo.

Cosa succede se manca il ferro?

Livelli bassi di ferro, provocano anemia, stanchezza, producendo un indebolimento del sistema immunitario, rendendoli più vulnerabili alle infezioni.

FLUORO:

Ha il compito di proteggere i denti dalla carie e di favorire la formazione delle ossa, rendendole più robuste, viene usato anche per la cura di artrosi e osteoporosi.

Quali sono gli alimenti che contengono il fluoro?

  • Acciughe
  • Caffè
  • Carne
  • Cereali

Cosa succede se manca il fluoro?

Una maggior rischio di  carie.

ZINCO:

Ha il compito di stimolare la crescita, contrasta l’anemia, favorisce la fertilità e la rapida cicatrizzazione dei tessuti danneggiati  e la formazione del collagene. Si concentra soprattutto nella muscolatura, nella pelle e nelle ossa.

Quali sono gli alimenti che contengono lo zinco?

  • Ostriche
  • Cereali integrali
  • Pesce
  • Uova
  • Carne
  • Legumi

Cosa succede se manca lo zinco?

Un ritardo nella crescita, difficoltà nella cicatrizzazione delle ferite e scarso appetito.

RAME:

Sostanza importante, in quanto ha la funzione di formare i globuli rossi e le fibre nervose, migliora l’assorbimento del ferro nel nostro corpo, stimola il nostro sistema immunitario e rappresenta un antinfiammatorio naturale.  Introdurre il rame nella nostra dieta alimentare aiuta ad abbassare la febbre, usato per contrastare le infezioni batteriche e virali, oltre a curare le infiammazioni che interessano i muscoli.

Quali alimenti contengono il rame?

  • Aragoste
  • Ostriche
  • Granchi
  • Frutta secca ( nocciole, noci, mandorle )
  • Funghi
  • Manzo
  • Legumi
  • Cereali integrali
  • Cacao

Quando manca il rame cosa succede ?

Ci troviamo difronte ad un anemia, con tutte le problematiche legate ad essa, stanchezza, inappetenza etc.

CALCIO:

Questo minerale è presente in abbondanza nel corpo ( ne possiamo possedere fino a kg. 1,5 ) e lo si trova soprattutto nelle ossa e nei denti. Assumere calcio è importante per curare e prevenire patologie importanti come l’osteoporosi ( il cui sviluppo può essere provocato anche dalla mancanza di vitamina D, che fa sì che il calcio venga assorbito dal corpo ), l’ osteomalacia, oppure quando sussistono problemi di fissaggio di calcio nelle ossa, denti e capelli.  Il calcio è inoltre capace di curare ipertensione, di abbassare i livelli di colesterolo e i trigliceridi nel sangue, di attenuare i dolori mestruali e muscolari, di conciliare il sonno e ridurre l’ansia. Studi recenti affermano che il calcio sarebbe capace di proteggerci dal cancro al colon.

Quali sono gli alimenti che contengono il calcio ?

  • Latticini
  • Sardine
  • Acciughe
  • Verdure verdi
  • Legumi secchi
  • Frutta oleosa
  • Lievito di birra
  • Pane integrale
  • Semi di sesamo

IODIO:

Lo Iodio è un minerale molto importante, perché è capace di produrre gli ormoni della tiroide e stimolare il suo funzionamento. Assumere Iodio aiuta a prevenire malattie legate alla ipertensione arteriosa, arteriosclerosi, enfisema e il suo uso è particolarmente indicato per curare ipotiroidismo, astenia, artrosi, obesità.

Quali sono gli alimenti che contengono iodio?

  • Sale marino integrale e sale iodato
  • Pesce di mare, crostacei, molluschi
  • Alghe

Cosa succede quando lo iodio manca?

Quando manca lo iodio è possibile l’insorgere del gozzo, cioè l’ingrossamento della tiroide.

LITIO:

Il Litio è un minerale che ha lo scopo di contrastare l’ansia e la depressione, l’ irrigidimento di muscoli doloranti legati ad essi, favorendo la rilassatezza e benessere psichico in tutto il corpo.  Però bisogna stare molto attenti perché assumere litio, può causare problemi alla tiroide e favorendo la formazione dell’adipe.

Quali alimenti contengono litio?

  • Uova
  • Latte e latticini
  • Carne
  • Pesce
  • Patate
  • Verdure
  • Alghe
  • Caffè
  • Cacao

COBALTO:

E’ un minerale  che aiuta a far funzionare meglio la tiroide e il pancreas. E’ un vasodilatatore, oltre ad essere un valido ipotensivo.

Quali sono gli alimenti che contengono il cobalto?

  • Pesce, crostacei, molluschi
  • Lievito di birra
  • Soia
  • Latte
  • Fichi
  • Piselli
  • Tuorlo d’uovo

Cosa succede se manca il Cobalto?

Si va incontro a sindromi depressive, ad ansia, a disturbi nella circolazione con la possibilità di infarti, trombosi, la presenza di formicolii negli arti e mal di testa.

SELENIO:

Il selenio ha la funzione di stimolare le difese immunitarie e la crescita,  grazie alla sua azione potente antiossidante ritarda l’invecchiamento fisico nella persona, oltre a prevenire il cancro, proteggere da malattie coronarie, prevenire infezioni virali. Viene usato per curare l’artrite e per prevenire i disturbi agli occhi, come la cataratta una patologia molto diffusa nella terza età.

Quali sono gli alimenti che contengono il Selenio ?

  • Fegato
  • Cereali integrali
  • Molluschi, crostacei
  • Latte
  • Riso
  • Funghi
  • Broccoli e cavolo
  • Manzo
  • Tonno
  • Sogliola
  • Mais
  • Fagioli
  • Lievito di birra

Quando succede se manca il selenio?

La mancanza di selenio  può produrre una predisposizione a contrarre allergie, malattie della pelle, malattie nervose, malattie agli occhi e ad un accelerazione di invecchiamento cellulare, facilità a contrarre il cancro.

CROMO:

Questo minerale ha la capacità  di controllare il livello di zuccheri nel sangue producendo il  suoi giusto equilibrio; quindi è molto utile per contrastare patologie come il diabete, ipoglicemia, cardiopatie, ipertensione, malattie cardiovascolari e in presenza di schizofrenia.

Quali sono gli alimenti che contengono cromo?

  • Lievito di birra
  • Cereali integrali
  • Arachidi
  • Germe di grano
  • Arance, mele, banane
  • Legumi
  • Patate
  • Peperoni

Cosa succede quando manca il cromo?

Facilità a contrarre il diabete,  predisposizione a infertilità maschile, uno squilibrio di grassi nel sangue e ad aterosclerosi.

ZOLFO:

 Lo zolfo è una sostanza presente in natura in prossimità di vulcani attivi e di sorgenti di acqua calda e lo troviamo depositato nei minerali grazie alla presenza di solfati e solfuri. Gli antichi lo chiamavano anche ” pietra del bordo “ per la sua reperibilità nelle vicinissime prossimità dei vulcani e già lo conoscevano per le sue proprietà curative.

L’aspetto di questa pietra è di color giallo e l’odore che sprigiona legandosi con l’idrogeno è quello classico di uova marce. Gli usi di questa pietra sono molteplici, si va dalla produzione di fertilizzanti, alla produzione di disinfettanti per l’agricoltura, insetticidi,  dalla preparazione di lassativi a quella di polvere da sparo.

Ma questa sostanza prevede il deposito nel terreno e quindi il suo assorbimento da parte delle piante, grazie anche ad un altro processo che riguarda organismi viventi nel mare, le alghe e il fitoplancton, i quali si nutrono di zolfo presente nell’ambiente marino e che a loro volta disperdono nell’aria sostanze come il  dimetil solfuro. Questo elemento mescolandosi con l’atmosfera e interagendo con la luce ultravioletta del sole, produce altre sostanze come il msn e il dimetilsulfossido che a loro volta si depositano sulle nuvole  e si disperdono nel terreno grazie alle piogge.

Lo zolfo ha una funzione molto importante per l’essere umano:

  • Contribuisce alla formazione della pelle, dei capelli, delle unghie e della cartilagine e collagene.
  • Funzione antinfiammatoria se accostato a molecole come il metilsulfonilmetano, lo zolfo ha la capacità di contrastare dolori articolari dovuti ad artriti che interessano schiena, oltre a curare patologie come borsiti e tendiniti.
  • E’ un antiossidante.
  • Contribuisce a pulire il nostro corpo da elementi tossici dovuti all’alcol e alle medicine.

Quali sono gli alimenti che contengono zolfo?

  • uova
  • carne
  • pesce
  • formaggio
  • cavoli
  • aglio e cipolla

Cosa succede se manca lo zolfo nel nostro corpo?

  • Predisposizione a contrarre più facilmente  patologie come l’artrite.
  • Problemi alla pelle
  • Capelli e unghie più fragili.

FOSFORO:

E’ una sostanza molto importante in quanto ha la capacità di trasformare il cibo che ingeriamo in fonte di energia oltre a concorrere alla formazione di ossa e denti, dona benessere al sistema nervoso.

Quali sono gli alimenti che contengono il fosforo?

  • Latticini
  • Pesce
  • Pollo
  • Cereali integrali
  • Legumi
  • Noci

Cosa accade quando manca il fosforo?

  • Mancanza di energia, stanchezza
  • Ossa più fragili L
  • Predisposizione a contrarre carie dentaria
  • Nervosismo
  • Ritardi nella crescita.
  • Aiuta alcune vitamine a far sì che siano assorbite più facilmente dal nostro corpo.

CLORO:

Il cloro è un minerale che si presenta sotto forma di  sostanza elettrolita, cioè capace di produrre carica elettrica, ma la sua forma è pressocché di natura gassosa, prendendo l’aspetto di gas verde. più pesante dell’aria almeno il doppio. Sono molti i componenti del cloro e tra quelli  il più conosciuto è il cloruro di sodio, il sale per capirsi, che troviamo in natura soprattutto nell’ambiente marino, infatti i mari e gli oceani ne contengono una forte quantità. Ma non solo, anche gli esseri viventi e soprattutto l’uomo lo possiedono, sotto forma di anione di cloruro, presente nel sangue.

Nell’ambiente il cloro viene conosciuto soprattutto per le sue capacità di depurare l’acqua per renderla potabile, la sua carica antibatterica, infatti è capace di eliminare batteri letali all’uomo, come il tifo e le epatiti e il suo impiego trova forza non solo nei grandi, ma anche nei piccoli impianti di depurazione. Ci sono opinioni discordanti riguardo ai benefici di bere l’acqua che scorre nelle nostre case, in quanto sì, ha il beneficio di essere controllata scrupolosamente dagli esperti per monitorare la presenza di batteri e pericoli, ma il fatto che sia presente il cloro, può portare conseguenze negative alla persona, perchè la sostanza di legherebbe con metalli pesanti presenti nell’acqua, interessando la distruzione anche solo in parte della flora batterica intestinale, oltre che alla vitamina E. Comunque, il cloro viene impiegato nella produzione di prodotti tessili, presenti nelle vernici, nella carta, nei solventi, nella plastica e anche negli alimenti.

AVVERTENZE:

Bisogna stare molto attenti specialmente nell’ambiente di casa, perchè tutti abbiamo nei nostri scaffali, sicuramente posti ai piani più alti, per il pericolo a cui possono essere sottoposti  i più piccoli,i prodotti sbiancanti come la candeggina ( varichina ), ammoniaca e tanti altri. Questi prodotti infatti contengono una buona parte di ipoclorito di sodio, sostanza presente nel cloro e mescolare questi prodotti sbiancati tra di loro oppure con l’acido muriatico, produce come reazione,  la nascita di cloro, del suo gas, altamente nocivo e tossico se respirato, in quanto la sua esalazione provoca problemi respiratori accompagnati da nausea.

I BENEFICI DEL CLORO NELL’UOMO:

L’uomo assume cloro sotto forma di sale e questo ha la scopo di favorire la formazione dei succhi gastrici importanti per digerire proteine, di stimolare il buon funzionamento del fegato, favorendo l’espulsione delle tossine,inoltre il cloro svolge la funzione di regolare la pressione del sangue, ottenendo un equilibrio cellulare, inoltre dona benessere alle articolazioni. Spesso viene usato sotto sempre il controllo del medico, per curare la diarrea e attenuare i sintomi del vomito.

In quali alimenti è presente il Cloro?

  • Sale da cucina e in tutti gli alimenti che contengono sale
  • Olive
  • Mandorle
  • Farina di segale
  • Datteri
  • Castagne
  • Pere, ciliege, arance, albicocche
  • Formaggi.
  • Cibi con aggiunti di conservanti.

Cosa succede quando manca il cloro?

  • Inappetenza
  • Dolori muscolari
  • Fragilità di capelli e denti.
  • Difficoltà  a digerire
  • Vomito e diarrea

SODIO

Il sodio è una sostanza che troviamo presente negli ambienti marini sotto la specie di sale. E’ presente allo stato solido anche al di fuori del  mare, attraverso i famosi  “salgemma”, che altro non sono che giacimenti di sale, ma cosa importante, lo troviamo diffuso in tutto il corpo umano. Il sodio viene assunto dal nostro corpo, sotto forma di  cloruro di sodio, sostanza contenuta nel comunissimo sale da cucina. Tale sostanza, almeno il 50% si deposita per la maggior parte all’esterno dei liquidi cellulari, una buona parte anche all’interno dei fluidi cellulari, nelle vene, nei vasi sanguigni, mentre l’altra metà la ritroviamo assorbita nelle ossa.

Il sodio viene assorbito nell’intestino tenue e nel colon e viene eliminato attraverso le urine e il sudore, ma anche con il vomito e diarrea, in questo casi è necessario reintegrare dosi di sodio, per evitare problemi di disidratazione..

Il sodio è un minerale da usare con le dovute cautele, in quanto un abuso può provare diversi disturbi  e patologie importanti per la nostra salute, ma un giusto consumo porta sicuramente dei vantaggi.

I benefici del sodio sono:

  • Favorisce l’equilibrio cellulare
  • Porta benessere al sistema nervoso
  • Porta beneficio  ai muscoli del nostro corpo, evitando i fastidiosissimi crampi
  • Scoraggia l’insorgere dei colpi di calore
  • Favorisce l’equilibrio acido-base
  • Produce adrenalina
  • Protegge il nostro corpo dalla perdita dei liquidi
  • Indicato per curare la diarrea
  • Indicato per la cura di denti e gengive
  • Per la cura della fibrosi cistica
  • Per curare la diarrea
  • Per curare la disidratazione
  • Porta beneficio in presenza di febbre
  • Il sale sciolto nell’acqua calda, attraverso il metodo del suffumigio, porta sollievo sistema respiratorio, durante i raffreddori, sinusiti, aiutando la congestione delle mucose nasali.
  • Inoltre, il sodio interagisce in maniera positiva con altri minerali, come il cloro, con il quale concorre a proteggere il sangue da infezioni e a trasportare l’ossigeno  e favorire una buona digestione; il potassio, con il quale è capace di stabilire l’equilibrio acido-alcalinico del sangue.

Cosa provoca un abuso  di cloruro di sodio al nostro organismo?

Prima di elencare tutte le problematiche che un eccesso di sale provoca al nostro corpo, è bene dire anche la natura umana è davvero sorprendente, perché per regolare l’afflusso di sale nel corpo interviene un ormone chiamato, aldosterone, che se funziona bene, riesce a mantenere la giusta quantità di cloruro di sodio  nelle nostre cellule. Quindi se una persone abusa nel consumo di sale, entra in scena l’aldosterone,  che stimola i reni ad espellere la parte eccedente, mandando al cervello l’impulso di bere  più acqua, mentre se accade il contrario, quindi c’è carenza di questa sostanza, i reni riescono ad assorbire dalle urine il sodio che ritiene necessario per il buon funzionamento del nostro organismo. Questo però non vuol dire che possiamo abusare del sale, avendo questo amico ormone, in quanto non sempre funziona allo stesso modo in ogni individuo. La giusta quantità di sale che un individuo adulto dovrebbe consumare si aggira a 2 gr. al giorno.

I pericoli collegati ad un eccessivo consumo di sodio sono:

  • Ipertensioni
  • Patologie cardiovascolari, come l’infarto
  • Favorisce eliminazione del calcio, provocando a lungo andare, patologie come l’osteoporosi
  • Ritenzione idrica, gonfiamento dei tessuti cellulari e la formazione della cellulite
  • Gonfiore agli arti inferiori e al viso.
  • Provoca  l’eliminazione del potassio attraverso le urine, provocando un importante carenza.
  • Emicrania

Quali sono gli alimenti che contengono il cloruro di sodio?

  • Sale da cucina
  • Formaggi
  • Prodotti animali per la maggior parte
  • Prodotti vegetali
  • Aringhe
  • Salumi
  • Albume
  • Cereali
  •  In tutti i prodotti che possiedono conservanti

Cosa succede quando abbiamo una carenza di sodio?

  • Problemi legati alla disidratazione, dovuti per esempio a fenomeni di diarrea e vomito.
  • Fenomeni di meteorismo intestinale
  • Malessere generale
  • Ipotensione, pressione bassa.
  • Facilità a contrarre crampi muscolari
  • Debolezza muscolare accompagnata da dolore.
  • Perdita di appetito
  • Febbre non tanto alta
  • Vertigini
  • Vomito

 MAGNESIO

Il magnesio è un elemento chimico la cui presenza è molto abbondante nella natura che ci circonda, lo si scorge tra gli animali  e vegetali, nella crosta terrestre e nel mare,  ma soprattutto accompagna sempre altri minerali come la dolomite, l’olivina, magnesite, la brucite e molti altri.

Il Magnesio svolge un ruolo molto importante nell’uomo, in quanto:

  • Contribuisce alla formazione di ossa e denti,
  • Stimola il processo di combustione dei grassi.
  • Stimola la produzione di energia per il benessere di tutto il nostro corpo.
  • Aiuta il nostro sistema nervoso a funzionare meglio, permettendo alle cellule di liberarsi dai metalli pesanti nocivi.
  • Cura l’ipertensione.
  • Cura l’asma.
  • Cura la depressione e gli stati di ansia e l’iperattività.
  • Stanchezza ( astenia ).
  • Dona beneficio a chi possiede problemi cardiovascolari.
  • Previene patologie legati ai calcoli renali.

In quali alimenti è presente il Magnesio?

  • Verdure verdi a foglie larghe.
  • Cereali integrali.
  • Legumi ( lenticchie )
  • Cacao.
  • Latte.
  • Frutta secca ( noci, mandorle, arachidi ).

Il Magnesio, oggi, è presente anche in acque minerali in bottiglia.

Cosa succede quando manca il Magnesio?

  • Presenza di ipertensione.
  • Tremore.
  • Stanchezza.
  • Depressione.
  • Disturbi di personalità.
  • Insufficienza cardiaca.
  • Diarrea.
  • Vomito.

POTASSIO

Il Potassio  è un elemento chimico che si trova concentrato  soprattutto nel suolo legandosi con ad alcuni minerali, come la polialite, la silvite, la carnallite,essendo presente però anche nei mari e nei laghi. E’ molto utile per la crescita delle piante e per rendere più fertile la terra, infatti per la stragrande maggioranza il Potassio, sotto la forma di solfato , viene usato nel settore agricolo per rendere il suolo più produttivo;  usato anche per la produzione del vetro, sotto la forma di carbonato, per la produzione di polvere da sparo e tanto altro. Ma non sarà meno importante ed essenziale per il ruolo che svolge nel corpo umano, infatti tanti sono i benefici che apporta a questi e sono:

  • Capacità di contrastare l’ansia.
  • Aiuta il cuore a funzionare bene.
  • Dona benessere al sistema nervoso.
  • Favorisce l’accrescimento.
  • Favorisce l’equilibrio acido-base.
  • Stimola il metabolismo degli zuccheri.
  • Contrasta l’insonnia.
  • Aiuta il fegato a svolgere la sua funzione di eliminazione delle sostanze nocive per il nostro corpo.
  • Riduce la stanchezza.
  • Stimola le cellule del sistema nervose a funzionare meglio, soprattutto quando non siamo tanto lucidi mentalmente.
  • Rilassa la muscolatura, apportando beneficio durante la presenza di crampi muscolari.
  • Ha l’importantissima funzione di  depurare il corpo da sostanze come il sale, qualora fosse presente nell’organismo, in quantità eccessiva.

Quali sono gli alimenti che contengono Potassio?

  •  Banane.
  • Prugne secche.
  • Kiwi.
  • Uvetta.
  • Patate.
  • Verdure a foglia verde, per esempio nelle rucola.
  • Cereali integrali.
  • Broccoli.
  • Carciofi.
  • Asparagi.
  • Cacao e cioccolato fondente.

Cosa accade quando il Potassio manca?

  • Stanchezza e malessere generale, legate anche al sistema muscolare.
  • Sonnolenza.
  • Ansia.
  • Stipsi.
  • Ritenzione idrica.
  • Aritmie.

Un deficit di Potassio avviene solitamente quando ci troviamo difronte a vomito, diarrea e ad un abuso di farmaci lassativi, quindi in questo caso  è bene aumentare la quantità di Potassio attraverso anche l’uso di integratori

MANGANESE

Il manganese è un sostanza chimica presente sia nel suolo che nel mare e viene usato per colorare il vetro, per ricavare ferro e acciaio, soprattutto quello inox  e alluminio, usato come elemento per disinfettare, oltre ad essere importante per il nostro corpo, in quanto ha lo scopo di:

  • donare sollievo a chi soffre di allergia in generale.
  • Utile per chi soffre di intolleranze alimentari.
  • Cura l’orticaria.
  • Cura  l’emicrania.
  • Contribuisce alla formazione delle ossa
  • Cura l’asma bronchiale
  • Promuove il metabolismo dei grassi e degli zuccheri.
  • Potente antiossidante, in quanto protegge il sistema cellulare da un invecchiamento precoce.

Quali sono gli alimenti che contengono Manganese?

  • Thè
  • Caffè
  • Frutta secca, tra cui le noci.
  • Legumi.
  • Cereali integrali.
  • Verdure a foglia verde.

Cosa accade quando manca il Manganese?

  • Vertigini.
  • Predisposizione ad allergie.
  • Stanchezza.
  • Ritardo nella crescita

Una curiosità?

Il Manganese combinato con il cobalto, in questo caso parliamo di integratori che devono essere assunti sempre sotto il controllo del medico,  ha la capacità di contrastare in maniera  efficace l’ansia, oltre a stimolare la memoria. L’utilizzo di questi minerali insieme solitamente viene consigliato  per attenuare una stanchezza avvertita già nelle mattinata e che si prolunga per l’intera giornata, accompagnata da un senso di pesantezza alle gambe, per combattere l’insonnia,  problematiche legate alla menopausa e disturbi di circolazione

 Oggi, è bene ricordare che gli integratori di oligoelementi e minerali sono importanti per sopperire al deficit, soprattutto quando non otteniamo risultati positivi con il cibo.

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner
Close
GDPR
Le leggi dell'UE richiedono che chiediamo il tuo consenso all'uso dei cookies. Utilizziamo i cookie per garantire che il nostro sito funzioni correttamente. Alcuni nostri partner pubblicitari raccolgono anche dati e utilizzano i cookie per pubblicare annunci personalizzati.




Sottoscrivete il nostro canale YOUTUBE:
Seguiteci su Facebook
Restate informati su Famiglia e Salute