Da non perdere
pt-ptitfresen
Echinacea purpurea. Autore asdfawev. Licensed under the Creative Commons Attribution
Echinacea purpurea. Autore asdfawev

Echinacea: Guarire dall’influenza e mal di gola

L’echinacea é una pianta appartenente alla famiglia dell’Asteracea che cresce nell’America del Nord, in Messico, le cui radici, foglie vengono utilizzate per la prevenzione delle malattie da raffreddamento e del sistema respiratorio, per combattere le infezioni batteriche, virali e viene utilizzato da circa 30 milioni di persone in America. Rimedio antico l’Echinacea, veniva usata dagli indiani del Nord America, per combattere il mal di denti, mal di gola, per risargire le ferite, ma soprattutto come contro i morsi dei serpenti.

Studi scientifici hanno dato un sorprendente risultato: l’echinacea sembra addirittura attaccare direttamente i virus, oltre alla capacità di bloccare i microrganismi che provocano l’infezione, cosa che l’antibiotico non riesce a fare nel primo caso. Addirittura, i batteri che provocano le infezioni, stanno diventando sempre più resistenti all’antibiotici, in quanto l’uso che facciamo di questi é sempre più sconsiderato,spesso ci vengono prescritti con estrema facilità, senza dare la possibilità al nostro sistema immunitario di debellare le infezioni stesse rendendolo ancora più debole e conseguentemente più esposto a prendere malanni, virus ecc.

L’echinacea é indicata per rafforzare il sistema immunitario, in quanto ha la capacità di provvedere all’aumento dei globuli bianchi permettendo al nostro organismo di superare più velocemente, il raffreddore, l’influenza, ma anche a prevenire i sintomi stessi, ma la cosa più importante riesce a bloccare i virus.
Utilizzata in prezenza di infezioni streptococciche. stafilococciche, urinarie, vaginali, respiratorie importanti, bronchiti, otiti e contro l’herpes, di faringiti, tonsilliti.
Prima però di farne uso, principio valido per qualunque rimedio fai da te, è sempre consigliabile parlarne con il medico di famiglia, in quanto i sintomi possono anche nascondere delle patologie gravi che hanno comunque bisogno di farmaci per poter sconfiggere malattie importanti.

L’assunzione dell’ Echinacea è raccomandata alle prime avvisaglie di raffreddore, influenza, mal di gola, bronchiti per circa 15 giorni, fino alla scomparsa dei sintomi. Importante, non superare le 8 settimane di assunzione, in quanto l’uso prolungato la rende inefficace, é consentita durante la gravidanza.

CONTROINDICAZIONI: Non devono farne uso i soggetti che hanno malattie autoimmuni (sclerosi multipla, artrite reumatoide, Lupus eritematosus, tubercolis), i diabetici,chi chi soffre di allergie alle Asteraceae, alle margherite, chi allatta e chi ha subito dei trapianti.
L’uso dell’ Echinacea può dare disturbi allo stomaco, diarrea.
L’agenzia del farmaco inglese, consiglia di non dare l’echinacea ai bambini al di sotto dei 12 anni, in quanto può provocare allergie, scatenare oriticaria e in rari casi shock anafilattici mortali.

L’Echinacea la troviamo facilmente in farmacia e in erboristeria, sotto forma di tintura madre, ed estratto secco.

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner
Close
GDPR
Le leggi dell'UE richiedono che chiediamo il tuo consenso all'uso dei cookies. Utilizziamo i cookie per garantire che il nostro sito funzioni correttamente. Alcuni nostri partner pubblicitari raccolgono anche dati e utilizzano i cookie per pubblicare annunci personalizzati.




Sottoscrivete il nostro canale YOUTUBE: