Da non perdere
pt-ptitfresen
Ginseng. Autore Playing Futures Applied. Licensed under the Creative Commons Attribution
Ginseng. Autore Playing Futures Applied

Ginseng: rimedi naturali contro la stanchezza

Tra i rimedi naturali usati per combattere la stanchezza, che può essere sia fisica che psichica, si trova la pianta del Ginseng.

La pianta del Ginseng appartiene alla famiglia delle Araliaceae e la parte usata a fini terapeutici è la radice. Nasce nelle montagne della Corea ad altezze importanti, tra i 2.500 e i  3.000 metri. Il primo a scoprire le proprietà curative della radice del Ginseng è stato Sheng Nung. Guardandola da vicino, la pianta ricorda le forme sinuose del corpo umano e non a caso le viene assegnato il merito di portare benessere a tutte le parti dell’organismo. L’uso della radice di Ginseg lo troviamo menzionato da Marco Polo, nel Milione, che lo ricorda come alimento essenziale per la vita dei nomadi, i Tartari, solo nel IX secolo arrivò in occidente, grazie ad un navigatore arabo chiamato IBN Cordoba, fino stuzzicare l’interesse degli europei, in particolare dei russi, i quali hanno sottoposto la pianta ad importanti studi scientifici.

L’uso della radice di Ginseng viene consigliata a:

  • Chi soffre di sbalzi di umore, a chi fa’ fatica a concentrarsi e a ricordarsi le cose
  • Chi soffre di inappetenza
  • Chi è sottoposto a stress fisici e mentali
  • Chi si trova a combattere il periodo della menopausa
  • Chi è anziano regalando energie utili contro l’invecchiamento.

L’assunzione deve avvenire durante la mattinata e non si deve superare la dose di 15 mg. X Kg. Di peso corporeo al giorno.

La specie migliore ed efficace è il Panax Ginseng rosso proveniente dalla Corea, il quale deve avere almeno 6 anni di vita ed essere coltivato ad altezze di 2.500, 3.000 metri. Deve contenere elementi abbondanti di ginsenosidi ( RB1, RC, RG1).

L’assunzione del Ginseng porta innanzitutto benessere fisico e psichico, specialmente durante periodi di stress. Lo usano gli atleti o chi deve sopportare sforzi fisici importanti per ritrovare l’energia perduta, o chi subendo periodi lunghi di malattia ha avuto un calo di difese immunitarie e ha bisogno di aumentare gli anticorpi in maniera considerevole e di riprendersi velocemente.

CONTROINDICAZIONI

E’ bene non utilizzare il Ginseng durante la gravidanza e nell’allattamento, nei bambini sotto di 12 anni e nelle persone che soffrono di pressione alta. Bisogna anche evitare di usarlo in concomitanza all’assunzione di bevande ricche di caffeina, come il caffè, la coca cola, fumo e durante terapie che prevedono l’uso di farmaci ricchi di fenelzina- warfarina. Infine il Ginseng non va assunto per un periodo superiore ai 3 mesi.

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner
Close
Seguici su Facebook
Resta aggiornato con Famiglia e Salute