Da non perdere
pt-ptitfresen
Banitsa e Yogurt (Kiselo Mlyako). Autore Biso. Licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo
Banitsa e Yogurt (Kiselo Mlyako). Autore Biso

Ricetta della Banitza

La ricetta della Banitza o Banitsa proviene direttamente dalla Bulgaria, stiamo parlando di una sfoglia ripiena che può essere sia dolce che salata in funzione degli ingredienti utilizzati.

La classica ricetta della Banitza vede come protagonista la versione salata, a base di yogurt, formaggio e uova. La caratteristica della pasta è la sua friabilità, tant’è che per accentuare questa nota, oggi nella cucina moderna bulgara viene usata la pasta phillo, pasta sottilissima e molto delicata che offre degli ottimi risultati, accorciando i tempi di preparazione

La ricetta della Banitza si adatta a qualsiasi ripieno che può essere non solo di formaggio ma anche di verdure, un ottimo abbinamento è la ricotta stagionata con spinaci, trasformandosi anche in un delicato dolce ripieno di marmellata e noci per esempio.

Ingredienti per 6 persone:

  • 1 conf. di pasta phillo da 12 fogli
  • olio extravergine d’oliva
  • burro q.b.

Per il ripieno:

  • 1 tazza di yogurt magro
  • 250 grammi di feta o pecorino fresco o qualsiasi altro formaggio purchè saporito
  • 3 cucchiai di panna da cucina
  • 1 cucchiaio di bicarbonato
  • 12 fette di pancetta
  • 12 foglie di salvia

Preparazione:

  • Prendete una padella, aggiungete un filo d’olio extravergine e mettete a rosolare le fette di pancetta da entrambe le parti. Una volta che saranno cotte, mettetele a scolare su della carta assorbente.
  • In una ciotola, sbattete le uova, aggiungete il formaggio ( potete utilizzare anche la ricotta ben stagionata aggiungendo in questo caso un cucchiaino di sale ), lo yogurt bianco,  alla fine il bicarbonato, dovrete ottenere un impasto cremoso e liscio.
  • Accendete il forno, portandolo ad una temperatura di 180° modalità ventilato e imburrate la superficie di una teglia.
  • Adesso potrete iniziare ad usare la pasta phillo: prendete un foglio e aiutandovi con un pennello, cospargetelo di olio, poi ripiegatelo a metà in maniera che le punte si tocchino, nuovamente oliate la superficie. Quindi,  cospargete la superficie con una parte della crema di formaggio preparata prima e piegate a ventaglio, partendo dal basso ( la parte più larga ). Una volta concluse le pieghe, adagiate sopra la pasta, una fetta di pancetta e di salvia e arrotolatela questa volta, iniziando dalla parte più corta, da destra verso sinistra. Avrete dato alla pasta l’aspetto di una rosa, continuate così fino ad esaurire i fogli di pasta phillo, adagiateli  nella teglia: questo sarà  il metodo più comodo e di effetto per servire la banitza una volta cotta, ma potete disporre le sfoglie come più vi piace, come quando preparate le lasagne per esempio, in questo caso, ricordatevi di spruzzare ogni strato non solo con dell’ olio ma anche con dell’acqua e una volta messo l’ultimo strato ricordatevi di tagliare le porzioni con un coltello, questo vi aiuterà una volta cotta la banitza di servirla senza inconvenienti.
  • Conclusa questa operazione, potete infornare per 30-40 minuti, monitorando la cottura che avverrà quando la superficie sarà diventato di una colore ambrato.

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner