Da non perdere
pt-ptitfresen
Chianti in primavera, Barberino Val d'Elsa, Firenze. Autore e Copyright Marco Ramerini
Paesaggio naturale del Chianti in primavera, Barberino Val d'Elsa, Firenze. Autore e Copyright Marco Ramerini

Antibiotici naturali

Cos’è un antibiotico? La parola stessa deriva dal greco “antibiosi”, (contro la vita) e sta ad indicare sostanze atte a distruggere l’esistenza dei batteri (antibiotico battericida) o ad impedire la loro diffusione (antibiotico batteriostatico).

Il medico solitamente ci prescrive l’antibiotico di sintesi quando il nostro organismo viene attaccato duramente da infezioni ed epidemie importanti che possono portare conseguenze gravi agli organi vitali. Spesso, però succede che ci venga prescritto un po’ troppo frettolosamente dal medico, per fortuna non tutti i professionisti lo fanno, anche perché una decisione del genere può provocare danni al nostro organismo oltre al fatto di essere una soluzione  del tutto  inefficace in alcuni casi.

I medici più responsabili, a meno ché non riscontrino al paziente durante la visita, una patologia importante, prima di prescrivere l’assunzione dell’antibiotico, preferiscono aspettare le 48 ore, per poter escludere la presenza di un virus, in quanto solo in questo caso la somministrazione del farmaco in questione sarebbe inutile e controproducente, danneggiando il sistema immunitario della persona stessa rendendola più vulnerabile nei confronti di infezioni.

Cipolla. Autore Richard North. Licensed under the Creative Commons Attribution

Cipolla. Autore Richard North

Si deve sapere che quando si prende l’antibiotico di sintesi ci possono essere effetti collaterali importanti, come allergie gravi qualsiasi sintomo inusuale va comunicato tempestivamente al medico  e il danneggiamento di organi interni, oltre che a colpire la flora batterica, dalla quale dipende la funzionalità del sistema immunitario.

Durante l’assunzione dell’antibiotico di sintesi, è fondamentale, prendere contemporaneamente farmaci o prodotti naturali come lo yogurt naturale contenenti fermenti lattici vivi, grazie ai quali è possibile riequilibrare il funzionamento della flora batterica, il cui obiettivo è quello di rigenerare la buona funzionalità del nostro organismo, l’antibiotico infatti se da una parte debella il batterio responsabile della malattia, indebolisce la flora batterica intestinale, responsabile del buon funzionamento del sistema immunitario.

Oltre all’antibiotico di sintesi, troviamo l’antibiotico naturale, contenuti all’interno di piante, alimenti etc, nel quale sono presenti sostanze contenenti principi attivi capaci di combattere e sterminare alcuni tipi di batteri e in alcuni casi di virus.

Miele. Autore Siona Karen. Licensed under the Creative Commons Attribution

Miele. Autore Siona Karen

Per quel che riguarda l’uso degli antibiotici “naturali”,  si è notato che porta ad un aumento dei globuli bianchi responsabili del buon funzionamento del sistema immunitario, benefici agli organi interni apportando al nostro organismo, la giusta quantità di vitamine e minerali regalando benefici sia a livello fisico che psichico.   E’ bene dire che  l’uso di antibiotici naturali è consigliato solo in casi non decisamente importanti e soprattutto dopo averne parlato con il medico, evitando i vari “fai da te”. L’antibiotico classico rimane indispensabile difronte a situazioni importanti che possono degenerare in complicazioni.

I più importanti antibiotici che vengono considerati naturali nell’ambito della fitoterapia sono:

Aglio

Aloe vera

Limone

Miele

Cipolla

Propoli

Oli Essenziali

Timo

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner