Patate foto di Laura Ramerini
Patate foto di Laura Ramerini

Chips di patate fatte in casa

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Le chips di patate fatte in casa non sono utopia, oggi è possibile farle home made senza grandi problemi e sono anche più genuine dato che abbiamo la possibilità di preparale in forno!.

Per preparare le chips di patate fatte in casa occorre seguire degli accorgimenti semplici ma essenziali, diciamo dei trucchetti con elementi che tutti abbiamo in casa, sto parlando dell’acqua, aceto e sale.

Le patate che dovrete usare saranno quelle a pasta rossa dure e compatte perché povere di amido.

Allora via alle ciance e proviamo questa nuova avventura con il metodo classico della frittura, se invece volete provare la cottura in forno è un po’ più macchinosa ma non impossibile.

Per la cottura in forno dovrete ungere una teglia, mettere le patate, salarle e spruzzarle con altro olio ( d’oliva ), cuocerle a 160°C. ( ventilato ) fino a quando non saranno diventate croccanti l’unico neo negativo sarà quello di levare la teglia con le patate spesso per farle raffreddare e poi infornarla nuovamente fino a cottura ultimata.

Sicuramente saranno più leggere a livello di calorie ma vi costerà un botto di energia elettrica portandovi via un bel po’ di tempo.!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE DELLE CHIPS DI PATATE FATTE IN CASA:

  • 3 patate medie a buccia rossa
  • sale fino q.b.
  • 3 cucchiai di aceto bianco
  • acqua q.b.
  • qualche cubetto di ghiaccio
  • 1 lt. di olio di semi di arachide
  • paprika in polvere, o peperoncino oppure un mix di erbe aromatiche q.b.
  • 1 mandolina per tagliare le patate
  • 1 schiumarola

PREPARAZIONE

Per prima cosa spazzolate le patate per eliminare residui terrosi presenti in superficie, poi passatele sotto l’acqua corrente, dovrete cucinarle con la buccia!.

Adesso prendete una terrina dove avrete versato abbonante acqua fredda, appoggiatevi sopra se possibile la mandolina e iniziate ad affettare le patate diagonalmente in maniera da farle un po’ più grandi.

Lasciate le patate in ammollo nell’acqua per 15 minuti, poi sciacquate bene sotto l’acqua corrente fino a quando questa non sarà diventata trasparente e quindi priva di amido.

Adesso riempite nuovamente la terrina con dell’acqua fredda aggiungendo qualche cubetto di ghiaccio, l’aceto ed due cucchiaini di sale fino.

Lasciate riposare in frigo per 20 minuti, dopodichè mettete le patate sopra ad uno scolapasta e sciacquatele bene sotto l’acqua corrente.

Quindi, distendete un asciughino, mettete sopra le patate senza sovrapporle e con un altro iniziate a tamponarle fino a quando non saranno asciutte.

Ora che sarete pronti per la cottura, versate l’olio di semi all’interno di una pentola e portatelo alla temperatura di 170°C ( fate la prova dello stuzzicadenti intorno al quale si dovranno formare delle bollicine).

Versate le patate poche per volta ed adesso inizia la fase più importante!

Con l’aiuto di una schiumarola dovrete fino alla fine della cottura, tirare le patate fuori dall’olio e rimetterle dentro ( lo stesso tempo che rimarranno immerse nell’olio, sarà lo stesso che ne rimarranno fuori).

Le patate quindi si abbasseranno di temperatura evitando così di bruciarsi durante la cottura.

Mettete della carta assorbente sopra allo scolapasta e man mano che le patatine saranno cotte mettetele sopra a scolare scuotendole con movimenti leggeri.

Poi distendete le patatine sopra ad un vassoio ricoperto di altra carta assorbente.

Concludete insaporendo con gli aromi che amate di più, usando solo sale oppure le spezie che più preferite.!

Vi potrebbe interessare anche la ricetta delle Patatine fritte precotte in acqua.

Laura