Da non perdere
pt-ptitfresen
Basilica di Sant'Apollinare Nuovo, Ravenna. Autore Leviateen. Licensed under the Creative Commons Attribution
Basilica di Sant'Apollinare Nuovo, Ravenna. Autore Leviateen

Ravenna: la città dei mosaici

Questo post è disponibile anche in: Francese Inglese Portoghese, Portogallo

Situata nella pianura romagnola, nelle vicinanze del mare Adriatico, Ravenna è una famosa destinazione turistica a livello mondiale. Classe, il porto di Ravenna, fu durante l’Impero Romano il principale porto strategico del Mediterraneo orientale. Ravenna fu la sede dell’Impero Romano nel V secolo d.C., la sede del Regno degli Ostrogoti nel VI secolo d.C. e successivamente la capitale dell’Italia Bizantina fino all’VIII secolo d.C. Durante questi periodi la città si arricchì di preziosissimi monumenti sacri e civili. Ravenna ha una collezione unica di monumenti e mosaici della prima cristianità.

I seguenti monumenti cristiani di Ravenna, edificati tra il V e il VI secolo d.C., sono stati inseriti dall’UNESCO nella lista dei luoghi considerati patrimonio mondiale dell’umanità: il Mausoleo di Galla Placidia, il Battistero Neoniano, la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, il Battistero Ariano, la Cappella Arcivescovile, il Mausoleo di Teodorico, la Basilica di San Vitale e la Basilica di Sant’Apollinare in Classe. Tutte queste costruzioni mostrano una grande abilità artistica ed includono un miscuglio meraviglioso di arte greco-romana e cristiana e di stile orientale e occidentale.

Mausoleo di Galla Placidia, Ravenna. Autore Petar Milosevic. Licensed under the Creative Commons Attribution

Mausoleo di Galla Placidia, Ravenna. Autore Petar Milosevic

MAUSOLEO DI GALLA PLACIDIA

Il Mausoleo di Galla Placidia è un piccolo edificio cruciforme che si trova vicino alla Basilica di San Vitale. Fu costruito nel secondo quarto del V secolo d.C. come edificio satellite della chiesa di Santa Croce, essendo situato sul lato sud della Basilica che l’imperatrice aveva costruito in precedenza. Il Mausoleo di Galla Placidia è uno dei più straordinari monumenti della tarda antichità giunti fino a noi, sia per la sua architettura che per le decorazioni. Costruito a forma di croce latina (m. 12,75 x 10,25), all’incrocio dei due bracci della struttura a croce è una cupola fatta di mattoni e nascosta all’esterno da una piccola torre quadrangolare. L’interno del Mausoleo è riccamente decorato: nella sua parte inferiore è coperto da pannelli di marmo giallo, mentre nella parte superiore è completamente coperto da mosaici. Il Mausoleo di Galla Placidia fa parte del patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

BATTISTERO NEONIANO

Il Battistero Neoniano è uno dei monumenti più antichi del centro storico di Ravenna, fu costruito nel V secolo d.C. L’edificio ha una struttura ottagonale e l’interno della cupola è magnificamente decorato da mosaici del V secolo d.C. Questo era il battistero dei fedeli latini di culto ortodosso in contrapposizione al Battistero Ariano dei Goti di culto ariano.

Basilica di Sant'Apollinare Nuovo, Ravenna, Emilia Romagna. Autore Mac9. Licensed under the Creative Commons Attribution

Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, Ravenna, Emilia Romagna. Autore Mac9

BASILICA DI SANT’APOLLINARE NUOVO

La Basilica di Sant’Apollinare Nuovo fu edificata per volere del re ostrogoto Teodorico nel VI secolo. La chiesa è divisa in tre navate da colonnati con archi ed è caratterizzata da magnifici mosaici. I mosaici coprono le due pareti della navata centrale.

BATTISTERO ARIANO

Il Battistero Ariano risale anch’esso alla fine del V secolo inizio del VI secolo d.C e fu edificato dal re Ostrogoto Teodorico. Questo edificio di pianta ottagonale custodisce all’interno della cupola un prezioso mosaico raffigurante il battesimo di Cristo e i dodici apostoli.

CAPPELLA ARCIVESCOVILE

La Cappella Arcivescovile è il più piccolo dei meravigliosi edifici decorati a mosaici di Ravenna. La cappella fu edificata tra la fine del V secolo e l’inizio del VI secolo d.C. durante il regno di Teodorico. L’edificio ha una pianta a croce e ha le pareti e la volta ricoperte di splendidi mosaici.

Basilica di San Vitale, Ravenna. Autore tango7174. Licensed under the Creative Commons Attribution

Basilica di San Vitale, Ravenna. Autore tango7174

BASILICA DI SAN VITALE

Il più maestoso monumento di Ravenna è senza dubbio la Basilica di San Vitale. La chiesa ha una forma ottagonale ed è costruita con grandi mattoni piatti (48 x 4 cm), uniti assieme con uno strato di calce di 4 cm, una tecnica tipica di tutti i palazzi eretti durante il regno di Giustiniano. La chiesa fu consacrata da Massimiano nel 547 o nel 548. La chiesa di San Vitale è un esempio unico di arte bizantina; in primo luogo perché unisce nella sua architettura i più originali stili orientali e occidentali e in secondo luogo perché i suoi mosaici sono completi e rappresentano con grande chiarezza l’ideologia e la religiosità dell’epoca di Giustiniano che gli storici hanno definito come la prima epoca d’oro dell’arte bizantina. La Basilica di San Vitale fa parte del patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Vicino alla Basilica di San Vitale si trova il famoso Mausoleo di Galla Placidia.

I LUOGHI DI DANTE A RAVENNA: MUSEO DANTESCO, CHIESA DI SAN FRANCESCO E TOMBA DI DANTE

La tomba di Dante Alighieri, è una piccola costruzione in stile neoclassico, nella quale sono i resti terreni di Dante Alighieri. Ogni anno, la seconda settimana di settembre, in occasione dell’anniversario della morte del Poeta, viene celebrata una cerimonia con l’offerta di olio da parte del comune di Firenze. Il Poeta esiliato da Firenze, dopo diverse peregrinazioni, raggiunse Ravenna verso il 1317. A Ravenna fu ben ricevuto da Guido Novello da Polenta, signore della città. Nel settembre 1321, nella Chiesa di San Francesco furono celebrati i suoi solenni funerali.

Mausoleo di Teodorico, Ravenna. Autore Enaptakos. Licensed under the Creative Commons Attribution

Mausoleo di Teodorico, Ravenna. Autore Enaptakos

Chiesa di San Francesco di Ravenna: La chiesa fu costruita nel V secolo d.C. e fu dedicata inizialmente agli Apostoli, e poi a San Pietro Maggiore ma oggi niente resta della chiesa originale, perché nel X secolo fu completamente ricostruita, in questo periodo fu anche ricostruito il campanile quadrato. La chiesa è molto semplice. Qui nel 1321 furono celebrati i funerali di Dante Alighieri che fu sepolto vicino alla chiesa.

Museo Dantesco di Ravenna: Situato vicino alla tomba di Dante, il museo è strutturato in sezioni che raccolgono opere ispirate al lavoro del Poeta: illustrazioni, dipinti, medaglie e monete.

MAUSOLEO DI TEODORICO

Il Mausoleo di Teodorico si trova a circa 2 km dal centro della città e fu edificato nel VI secolo d.C. L’edificio è costruito in blocchi di pietra d’Istria ed è sormontato da una copertura in un unico blocco di pietra d’Istria dalle dimensioni di oltre 10 metri di diametro e oltre 3 metri di altezza.

BASILICA DI SANT’APOLLINARE IN CLASSE

A soli 5 km dal centro della città di Ravenna si trova un altro capolavoro dell’arte cristiana del VI secolo d.C.: la Basilica di Sant’Apollinare in Classe.

admin

banner