Da non perdere
pt-ptitfresen
Teatro Greco, Siracusa, Sicilia. Autore e Copyright Marco Ramerini
Teatro Greco, Siracusa, Sicilia. Autore e Copyright Marco Ramerini

L’area archeologica di Siracusa

Questo post è disponibile anche in: Francese Portoghese, Portogallo

Di estremo interesse è la visita all’area archeologica di Siracusa – Parco archeologico della Neapolis – dove sono visibili il teatro greco scavato nella roccia del colle Temenite, è questo il massimo monumento dell’architettura teatrale giuntoci dall’antichità, costruito dall’architetto Demòkopos, ideatore del progetto di escavazione della roccia. Il teatro si divide in tre parti: la cavea che misura 138 m. di diametro e 67 ordini di gradini, con i nove settori di sedili per gli spettatori, la platea semicircolare e la scena. Si dice che la sua acustica sia unica al mondo grazie anche alla straordinaria risonanza delle “Latomie”, le attigue e antiche cave di pietra.

All’interno del parco archeologico sono visitabili la Latomia del Paradiso con il cosiddetto Orecchio di Dionisio e la Grotta dei Cordari dove gli artigiani lavoravano le corde favoriti dalla particolare umidità del luogo, la Latomia dell’Intagliatella e la Latomia di Santa Venera. Sull’altro lato del parco archeologico sono da visitare l’immensa Ara di Ierone II (o Gerone II), un altare per pubblici sacrifici, e il grandioso Anfiteatro romano di età imperiale (inferiore per dimensioni solo all’Arena di Verona e al Colosseo di Roma).

Orecchio di Dionisio, Siracusa, Sicilia. Autore e Copyright Marco Ramerini

Orecchio di Dionisio, Siracusa, Sicilia. Autore e Copyright Marco Ramerini

Continuando la visita, merita una sosta il Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi, collocato all’interno di villa Landolina, che ospita una delle più importanti collezioni archeologiche d’Italia: oltre 20.000 reperti che raccontano il percorso culturale della Sicilia orientale dal paleolitico superiore all’età cristiana. Tra le statue presenti anche la bellissima la Venere Landolina o Venere Anadiomene (una copia romana di un originale greco della prima metà del I secolo a.C.).

Non lontano dall’area archeologica si trova il moderno Santuario della Madonna della Lacrime, costruito sul luogo della miracolosa lacrimazione di un immagine in gesso della Vergine Maria avvenuta nel 1953. Il centro storico di Siracusa è l’isola di Ortigia che comprende testimonianze di architettura greca, romana, bizantina, normanna e barocca. Altro luogo da visitare a Siracusa è il Castello Eurialo un imponente fortificazione di età greca.

INFORMAZIONI PRATICHE: Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco. Via del Teatro Greco Tel.: 0931 66206 – 65068. Orari ingresso : Tutti i giorni 9,00-18,00 Biglietto singolo intero : 10,00 € Biglietto singolo ridotto: 5,00 €

admin

banner