Castello di Montechiaro, Palma di Montechiaro, Agrigento, Sicilia. Autore e Copyright Marco Ramerini
Castello di Montechiaro, Palma di Montechiaro, Agrigento, Sicilia. Autore e Copyright Marco Ramerini

Castello di Montechiaro: spettacolare edificio su un costone roccioso a picco sul mare

Questo post è disponibile anche in: Francese Portoghese, Portogallo

Il Castello di Montechiaro si trova a 5 km a sud-ovest della cittadina di Palma di Montechiaro. Per visitare il castello dalla cittadina di Palma di Montechiaro, si prende la strada che porta a Marina di Palma, e prima di arrivare a Marina di Palma, si gira a destra seguendo le indicazioni per il castello.

Il castello, che è situato in splendida posizione, dominante la costa, sorge su una collinetta che termina a strapiombo sul mare, a metà strada tra Punta Bianca e la foce del fiume Palma. La costa per il momento non è stata deturpata dalle costruzioni, per cui molto bello oltre al castello è anche il panorama sul mare che si gode dalla rocca.

Il Castello di Montechiaro fu fatto costruire nel 1358 probabilmente da Federico III Chiaramonte, il più potente signore feudale della Sicilia del tempo. Il castello sembra che fu costruito per difendere le attività di un caricatore di grano. Ha una forma irregolare con una corte centrale e una torre di vedetta sul lato che guarda il mare. Nel 1585, il castello, diventò proprietà di Mario Tomasi, capostipite della famiglia dei Lampedusa, e rimase di proprietà della famiglia fino al 1957, quando si spense Giuseppe Tomasi di Lampedusa (1896-1957).

Castello di Montechiaro, Palma di Montechiaro, Agrigento, Sicilia. Autore e Copyright Marco Ramerini

Castello di Montechiaro, Palma di Montechiaro, Agrigento, Sicilia. Autore e Copyright Marco Ramerini

La costa sotto il Castello di Montechiaro, Palma di Montechiaro, Agrigento, Sicilia. Autore e Copyright Marco Ramerini

La costa sotto il Castello di Montechiaro, Palma di Montechiaro, Agrigento, Sicilia. Autore e Copyright Marco Ramerini

L’edificio in origine aveva mura perimetrali compatte aderenti al terreno, con torri corredate di merli del tipo guelfo, piccole finestre del quindicesimo secolo aperte sulle torri e sul bastione. Suscita notevole interesse la cappella del castello che custodisce la Madonna di Montechiaro, una statua in marmo scolpita da Antonello Gagini (1478-1536), artista palermitano.

Il castello è stato recentemente restaurato, ma sembra che il restauro ne abbia alterato l’aspetto originale, infatti alcune caratteristiche essenziali sono state modificate o eliminate: il portale ogivale d’accesso è stato squadrato; la losanga sovrastante il portale con lo stemma, è stata rimossa; alcune finestre a sesto acuto sono state squadrate; in altre finestre le cornici in pietra sono state sostituite da mattoni; la muratura medievale è stata coperta da intonaco moderno a disegni di libera interpretazione; alcuni merli sono stati ridotti o rimossi. Sembra però che siano in corso lavori di restauro dell’aspetto originario.

Nella zona di Marina di Palma si trova anche la Torre di San Carlo fatta edificare dai Tomasi nel 1639.

Oltre al Castello merita una visita anche la cittadina di Palma di Montechiaro, che fu fondata nel 1637 da Mario Tomasi de Caro, governatore di Licata, e che fino al 1812 rimase feudo della famiglia Tomasi.

admin

banner