Secondi. Autore e Copyright Marco Ramerini
Secondi. Autore e Copyright Marco Ramerini

Ricetta del polpo in guazzetto

Questo post è disponibile anche in: Francese

La ricetta del polpo in guazzetto può essere sia un secondo piatto a base di pesce oppure un piatto unico accompagnato con delle fette di pane abbrustolito.

Per preparare la ricetta del polpo in guazzetto ho deciso di usare quello surgelato solo per praticità, è già pulito e non ha bisogno di preparazioni particolari.

Ma se avrete la possibilità di acquistarlo fresco dal vostro pescivendolo di fiducia la ricetta ne guadagnerà sicuramente di gusto e sapore, però dovrete pulire il mollusco molto bene, eliminando il becco, gli occhi e le interiora.

Per ottenere un polpo tenero, sono necessari due fattori, la cottura ed il peso del polpo.

La scelta del tipo di cottura se in pentola a pressione ( 30 minuti dall’inizio del sibilo) o in tegame ( 1 ora totale).

Il peso del polpo che non dovrà mai scendere mai al di sotto del kg. al momento dell’acquisto, perché potreste rischiare di avere a fine cottura un polpo duro e stopposo, quindi più pesa più tenero diventerà.

Un fattore molto importante per ottenere un polpo tenero e non stopposo riguarda non solo la cottura ma anche il suo peso, durante l’acquisto non scendete mai al di sotto del kilogrammo.

INGREDIENTI PER 6 PERSONE DEL POLPO IN GUAZZETTO:

  • 1 kg. di polpo fresco o surgelato
  • 500 gr. di pomodori pelati freschi o in scatola
  •  2 spicchi di aglio
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • acqua di cottura del polpo q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • Prezzemolo fresco tritato
  • peperoncino secco q.b.
  • sale fino q.b.
  • sale grosso q.b.
  • 2 cucchiai di aceto bianco

PREPARAZIONE

La sera prima della preparazione del piatto trasferite il polpo surgelato nel ripiano basso del frigorifero in maniera da scongelarsi piano piano.

Una volta che il polpo sarà completamente scongelato, tagliatelo a tocchetti di circa tre cm e metteteli all’interno della pentola a pressione ricoperti di acqua insieme a due pugni di sale grosso e due cucchiai di aceto.

Mettete a cuocere a fuoco vivace fino a quando la pentola non inizierà a fischiare, quindi abbassate la fiamma al minimo e calcolate trenta minuti di cottura.

Spegnete il fornello, spostate la pentola e lasciate  raffreddare il polpo all’interno della stessa  senza sfiatare.

Una volta che il polpo si sarà raffreddato, scolatelo  bene conservando un po’ di liquido di cottura.

Poi, fate rosolare in un tegame gli spicchi d’aglio tritati, qualche pezzetto di peperoncino insieme a qualche cucchiaio di olio extravergine a fuoco dolce.

Quindi, aggiungete il polpo tagliato a tocchetti, aggiungete un pizzico di sale e fatelo insaporire con ancora qualche minuto a fuoco moderato, poi versate il bicchiere di vino bianco.

Fatelo evaporare a fuoco vivace, poi insaporite il polpo con poco sale, aggiungete la polpa di pomodoro e fate cuocere per un quindicina di minuti senza coperchio, se necessario aggiungete poco liquido di cottura messo da parte.

A fine cottura aggiungete il prezzemolo tritato fresco, coprite con coperchio e fate riposare a fiamma spenta per altri 15 minuti.

Questo piatto può diventare un piatto unico, basterà accompagnarlo semplicemente insieme a delle fette di pane arrostite.

Vi potrebbe interessare anche la ricetta dell’insalata di polpo

Laura Ramerini

Avatar
Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
x

Check Also

Primi. Autore e Copyright Marco Ramerini

Involtini di melanzane con spaghetti

Questo post è disponibile anche in: Francese Gli Involtini di melanzane con spaghetti rappresentano un ...