Da non perdere
pt-ptitfresen

Ricetta della trippa alla fiorentina

La ricetta della trippa alla fiorentina è un piatto a base di frattaglie che si prepara  rigorosamente “in umido”.

La ricetta della trippa alla fiorentina, originale, prevede la preparazione di un soffritto a base di cipolla, sedano e carota al quale viene aggiunta la trippa precotta ( ormai si trova dappertutto) e il pomodoro.

Invece, in provincia di Firenze si usa preparare un soffritto a base di aglio e prezzemolo, vi assicuro che il risultato finale sarà ottimo!

Per l’acquisto della trippa è fondamentale rivolgersi al macellaio di fiducia che saprà consigliarvi il taglio ideale per la cottura e garantirvi la sua freschezza.

I tipi di carne consigliati  sono la cuffia ( la parte più grassa dello stomaco), la croce ( a forma di nido d’ape ) oppure il centopelli ( a forma di pieghe ).

Al contrario di quello che si pensi la trippa non è un alimento grasso  ma   al contrario ricco di proteine.

Per quanto riguarda la cottura, è piuttosto lunga occorrerà 1 ora e mezzo che potrete abbreviare con l’uso della “pentola a pressione” grazie alla quale potrete dimezzare i tempi.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 1 kg. di trippa ( centopelli, o cuffia o croce )
  • 1 cipolla rossa
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • prezzemolo q.b.
  • 1 rametto di rosmarino
  • passato di pomodori 300 gr.
  • brodo di carne q.b. ( facoltativo, nella ricetta originale non è previsto )
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • parmigiano reggiano
  • olio extravergine di oliva

PREPARAZIONE

  • Per prima cosa lavate bene sotto l’acqua corrente la trippa, quindi, una volta tamponata con della carta assorbente, ponetela su di un tagliere e tagliatela a striscioline di circa 1 cm.
  • Poi, con l’aiuto di un mixer, tritate gli odori e  rosolate con 5 cucchiai d’olio per 15 minuti a fuoco dolce,  mescolando spesso.
  • Quindi, quando gli odori saranno ben dorati potete aggiungere la trippa, insaporite ancora per altri 10 minuti continuando a mescolare.
  • Ora è il momento di versare il passato di pomodoro, insaporite con sale e pepe.
  • Poi, chiudete con il coperchio e continuate la cottura per 1 h 30 minuti a  fuoco bassissimo.
  • Se durante la cottura la trippa tende ad attaccarsi potete aggiungere del brodo o qualche cucchiaio di acqua calda.
  • Il sugo a fine cottura, quindi,  dovrà ridursi completamente.
  • Servite la trippa ben calda e beneditela con una bella spolverata di parmigiano reggiano e buon appetito!!.

Vi potrebbe interessare anche la ricetta dei fagioli all’uccelletto

Laura Ramerini

Sono Blogger a tempo quasi pieno e mamma di due splendidi bambini. Tra le mie passioni la musica, il canto, la cucina, il ricamo, i viaggi e tutto quello che riguarda la salute.
banner